Breaking News

Montecchio Maggiore, nuovo ingresso est alla città

Saranno anni, i prossimi, di trasformazioni urbanistiche significative per Montecchio Maggiore. Questo per via di tre accordi, tra il Comune ed alcuni soggetti privati, con i quali sarà ridisegnato soprattutto l’accesso est alla città. L’amministrazione comunale ha infatti reso noto di aver “firmato quelle intese che consentono di attivare il Piano degli interventi tematico per la grande distribuzione, lungo la strada regionale 11, e di realizzare una media struttura di vendita in zona San Clemente. Il tutto con gli strumenti della perequazione, che garantiranno interventi viari di grande interesse pubblico, per un valore complessivo di oltre 4 milioni di euro”.

La presentazione è avvenuta questa mattina in Municipio. Presenti il sindaco Milena Cecchetto, il vicesindaco e assessore al commercio e all’urbanistica Gianluca Peripoli, l’assessore alla viabilità Carlo Colalto, i rappresentanti di Società immobiliare lombarda Spa, Immobiliare Guà e Carta Isnardo, oltre all’avvocato Matteo Nani e all’architetto Luigi Pagliarusco, che hanno seguito come consulenti la stesura dell’accordo. “Si tratta di accordi – spiega ancora il Comune di Montecchio Maggiore – che concludono un iter iniziato nel 2002 e che negli ultimi sei mesi hanno subito una forte accelerata, rappresentando quindi un fatto di grande rilevanza nella programmazione urbanistica della città”.

In dettaglio, e semplificando, gli accordi per la strada regionale 11, la cosiddetta “Strada mercato”, fanno parte del piano “Vi.Ver.”, per il rilancio commerciale dell’asse Vicenza-Verona, e sono stati siglati con la Società immobiliare lombarda Spa (Sorelle Ramonda) e l’Immobiliare Guà Srl, proprietaria del sito dell’ex Faeda. Alla prima società verrà data la possibilità di un cospicuo ampliamento della superficie dell’edificio commerciale su cui opera, e in cambio la Sil si impegna a realizzare una rotatoria sulla strada regionale, tra Sorelle Ramonda e Tosano, e a riqualificare un tratto di 500 metri della stessa fino a Via Sant’Antonio, con una doppia corsia munita di spartitraffico, percorsi pedonali e pista ciclabile. La società si impegna anche a realizzare un nuovo parcheggio, che sarà anche a servizio del vicino centro natatorio.

L’accordo con l’Immobiliare Guà riguarda invece l’area dell’ex Faeda, a cui è interessata l’azienda Tosano per lo spostamento del proprio supermercato lungo la strada regionale 11. La società si impegna ad ampliare la rotatoria tra l’ex Faeda e l’ex Boom e a riqualificare la regionale 11 per circa 300 metri fino a Via Sant’Antonio, con una doppia corsia munita si spartitraffico, percorsi pedonali e pista ciclabile. L’accordo prevede anche la sistemazione di Via Sasso Moro e il collegamento della stessa con la rotatoria di Via Cordellina e la realizzazione della prima parte della bretellina che si innesterà sulla provinciale del Melaro. In questo modo prende anche il via la realizzazione della circonvallazione est di Montecchio Maggiore, connessa alle opere legate alla Tav. Se la società non rispettasse gli accordi la destinazione urbanistica per l’ex Faeda tornerà ad essere quella del 2002, ovvero zona agricola.

L’accordo che riguarda la zona San Clemente, infine, è stato siglato con la dittà Carta Isnardo Spa, che in quella zona, dopo alcune modifiche della legge sul commercio e un conseguente ricorso al Tar, potrà finalmente realizzare un’area commerciale fino a 2500 mq di superficie. In cambio la società si impegna a realizzare opere pubbliche per un valore di 100 mila euro. Si tratta della sistemazione definitiva, con asfaltatura, del parcheggio dell’ex stazione del Duomo, e dell’asfaltatura e sistemazione di via Battaglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *