Cronaca

Fonderie Montorso, allarme per una perdita di ghisa

Attimi di paura ieri sera alle Fonderie di Montorso, in Via Lungo Chiampo, per una perdita di metallo su un forno di mantenimento della ghisa. I pompieri di Arzignano e Vicenza accorsi sul posto con due automezzi e 7 operatori hanno lavorato sull’emergenza per almeno tre ore, controllando la perdita di circa 100 quintali di ghisa finita nelle apposite vasche di contenimento. La perdita è stata probabilmente dovuta al cedimento del materiale refrattario.

Al”origine di tutto sembra esserci stato un guasto al forno elettrico che, come spiega la stessa azienda che ha diffuso oggi un comunicato stampa in proposito, “ha fatto scattare immediatamente il piano d’emergenza”.

“Ieri sera – si legge ancora nella nota delle Fonderie Montorio – nella fossa sottostante un forno di mantenimento è fuoriuscita ghisa liquida danneggiandone le tubazioni oleodinamiche con conseguente inizio di incendio. Il sistema di sorveglianza automatica del forno ha subito segnalato l’anomalia al custode, il quale, per precauzione e come previsto dal vigente piano di emergenza aziendale, ha fatto intervenire i vigili del fuoco. L’olio contenuto nelle tubazioni è sintetico e non propagante fiamma, come prevedono le tecniche di protezione antincendio. Questo ha consentito di minimizzare sia il danno agli impianti sia i tempi di spegnimento. Poiché l’incidente non ha toccato nessun altro impianto e nessun sistema di controllo, l’attività produttiva oggi è regolarmente ripartita, ovviamente senza il forno danneggiato che è ora in riparazione”.

“I meccanismi procedurali hanno funzionato bene – ha messo in evidenza la presidente di Fonderie di Montorso, Patrizia Comello – . La velocità d’intervento e il coordinamento con i responsabili della fonderia hanno permesso di avere fin da subito il pieno controllo della situazione e di arginare eventuali conseguenze”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button