Vicenzavicenzareport

Banca Popolare di Vicenza, i 5 Stelle affilano le armi

Sono giorni di impegno intenso per il Movimento 5 Stelle di Vicenza, sia a livello locale che per quanto riguarda la sua rappresentanza parlamentare. E sotto i riflettori del movimento c’è ancora una volta la Banca Popolare di Vicenza. Per quanto riguarda le iniziative pubbliche, va subito segnalata quella di sabato 11 luglio, quando i pentastellati saranno in piazza Castello, a Vicenza, con un evento dal titolo “Banca Popolare di Vicenza #azionistinconsapevoli”. Parteciperanno anche i senatori Enrico Cappelletti e Gianni Girotto, assieme ad attivisti e simpatizzanti del vicentino che accoglieranno gli azionisti Bpv provenienti sia dalla provincia che da altre città.

Su un grande schermo verranno ricostruite per immagini e audio le vicende degli ultimi tempi, con le dichiarazioni dei vertici della Banca Popolare di Vicenza, le segnalazioni, le interviste, e gli interventi in parlamento di Cappelletti e Girotto. “Noi – spiega una nota di M5S in proposito – stiamo dalla parte di quei 116 mila azionisti, inconsapevoli e non, preoccupati per i loro risparmi. Chiediamo che siano tutelati. Chiediamo che la procura verifichi le ipotesi di reato a carico della banca e di quanti dovevano sorvegliare”.

L’evento di Piazza Castello conclude comunque, come dicevamo, una settimana molto intensa, fatta di riflettori del Movimento 5 stelle che si sono puntati sull’istituto di credito vicentino. Ad esempio domani, su questo tema, vi sarà un conferenza stampa a Roma, a Palazzo Madama, mentre l’incontro con i giornalisti vicentini si terrà venerdì mattina a Palazzo Trissino. Oltre ai senatori Girotto eCappelletti, parteciperanno i parlamentari Andrea Cioffi e Giovanni Endrizzi e i “rappresentanti delle principali associazioni di consumatori – spiegano i 5 Stelle -, che in questi anni hanno denunciato una vera e propria escalation di situazioni critiche riguardanti il difficile rapporto tra queste banche ed i propri clienti azionisti”. Del resto è da tempo che il M5S segue da vicino le vicende della Bpv, e alcuni mesi fa ha anche presentato un esposto alla magistratura affinché si faccia chiarezza.

“E’ necessario che si parli – sottolineano ancora i pentastellati – di tutte le circostanze che in questi anni la politica locale e gli organi di controllo non hanno sollevato, e che riteniamo essere tra le principali cause del taglio ai risparmi di migliaia di piccoli azionisti, che si sono visti decurtare il valore delle loro azioni di oltre il 20%, con il rischio che la situazione degeneri ulteriormente”.

Un’ultima segnalazione. Oltre alle questioni che ruotano attorno alla banca Popolare di Vicenza, il Movimento 5 stelle si è molto impegnato negli ultimi tempi anche su un’altro fronte, ovvero quello dei lavori pubblici e di alcuni progetti per opere infrastrutturali in particolare. Uno di questi è quello per la costruzione della superstrada Pedemontana Veneta. Ebbene, approfittando della presenza del capogruppo della commissione lavori pubblici, Andrea Cioffi, a Vicenza venerdì si parlerà anche delle così dette grandi opere in Veneto”.

“Esprimendo solidarietà – commentano in proposito i 5 stelle – a tutti gli espropriati che non hanno ancora ricevuto un euro di indennizzo, i senatori presenteranno l’iniziativa di trasferire formalmente il loro domicilio parlamentare in alcune delle proprietà situate lungo il tracciato della Pedemontana. Questo ovviamente in accordo con i legittimi proprietari che condivideranno la proposta. Il trasferimento rimarrà fino a quando non saranno riconosciuti tutti i diritti agli espropriati, e soprattutto finché non sarà tolta l’inaccettabile secretazione dei documenti più importanti concernenti la realizzazione di quest’opera”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button