Breaking News

Vicenza, un “tesoretto” per sistemare le strade

Il bilancio consuntivo 2014, cioè il documento che riporta tutte le entrate dello scorso anno e tutte le spese sostenute dall’ente, è stato approvato oggi dal Consiglio Comunale di Vicenza. Già chiuso dalla giunta di centrosinistra guidata dal sindaco Achille Variati, il passaggio in Consiglio del conto consuntivo avviene in un clima disteso, con pochi strali da parte dell’opposizione. Viene attestato così non solo che i conti sono in equilibrio, ma anche che la giunta si trova con un “tesoretto” di alcuni milioni da investire con molta probabilità nella sistemazione delle strade.

Il rendiconto di gestione è stato infatti chiuso con un avanzo di amministrazione di 4 milioni e 350 mila euro. Una parte di questi (1 milione e 400 mila euro) è già stata utilizzata nel bilancio di previsione 2015 per il fondo crediti di dubbia esigibilità. Il resto verrà utilizzato per lavori pubblici. “Patto di Stabilità permettendo – ha detto l’assessore alle risorse economiche, Michela Cavalieri – useremo gli altri 2 milioni e 900 mila euro in investimenti per sistemare le strade. Gli investimenti sono infatti vincolati dal Patto di Stabilità, quindi vedremo quanto potremo fare”.

Tra gli altri aspetti importanti di questo bilancio consuntivo, si registra un risparmio nella spesa per il funzionamento della macchina comunale maggiore rispetto alle aspettative (in totale 758 mila euro), una buona media di 53 giorni per pagare i fornitori ed una capacità di spesa del 97 per cento, il che vuol dire chequasi tutti i programmi fatti nel 2014 sono stati portati a termine. Merito dell’equilibrio del bilancio consuntivo è anche il nuovo metodo di contabilità assunto dal Comune già dal 2013

“Da quest’anno è obbligatorio per tutti i comuni – ha continuato Michela Cavalieri –  redigere il conto consuntivo secondo i principi della nuova contabilità. Questo ci ha assicurato una meticolosa pulizia delle entrate e uscite e prudenza nella definizione degli accantonamenti”. “La performance del comune di Vicenza – ha aggiunto il sindaco Achille Variati – nel rapporto tra la qualità e il costo dei servizi è tra le più alte d’Italia: siamo all’ottavo posto”.

“Il fatto che i conti siano in ordine – commenta il consigliere di maggioranza Daniele Guarda (Udc) – è indice dell’affidabilità politica dell’amministrazione. L’asfaltatura delle strade è un elemento fondamentale per la sicurezza, soprattutto per chi si muove in bicicletta”. Molto critica la capogruppo del M5S, Liliana Zaltron, che parla di “spese correnti aumentate rispetto all’anno prima, soprattutto per il personale”. “Ci sono diciotto dirigenti, sarebbe necessario riorganizzare la macchina comunale”, sostiene Zaltron. Per quanto riguarda il centrodestra, l’unica a prendere la parola è Manuela Dal Lago: “prendo atto del conto consuntivo, ma non posso dare voto favorevole perché non condividevo nemmeno il bilancio di previsione”. Il bilancio consuntivo è stato quindi approvato con 18 voti favorevoli e 7 astenuti.

Martina Lucchin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *