Breaking News

Vicenza e provincia cronaca

Villaverla, furto di rame all’ex macello

Se non fosse stato per l’arrivo dei carabinieri il colpo sarebbe riuscito e i ladri sarebbero fuggiti con un bottino consistente. L’intervento dei militari della stazione di Thiene e di Malo, durante un sevizio di controllo, ha permesso di scoprire che alcuni soggetti erano entrati all’interno dell’ex macello comunale di Villaverla, in via della Tecnica. I carabinieri hanno effettuato un sopralluogo scoprendo che i malviventi avevano già tentato di rubare alcuni pluviali di rame, già rimossi in parte e accantonati in attesa di essere portati via. I ladri, sentendosi alle strette, hanno desistito dal loro intento e sono fuggiti nell’area industriale limitrofa, dove in seguito sono stati bloccati. Ad essere denunciati per furto sono stati un marocchino di 43 anni, residente a San Vito di Leguzzano, con precedenti, e un croato di 29 anni, in Italia senza fissa dimora anche lui con precedenti. La refurtiva, del valore di 10 mila euro, è stata recuperata interamente e restituita all’ente pubblico.

Sovizzo, sette feriti in un incidente stradale

carambola-auto-incidenteIncidente stradale con ben sette feriti alle 18 di oggi, a Sovizzo. Tre i veicoli coinvolti e sette i feriti ricoverati in ospedale.  Nell’incidente sono rimasti coinvolti tre cittadini ghanesi, due uomini e una donna, che viaggiavano a bordo di una Fiat Punto, e poi un uomo di 75 anni e una donna di 62 anni di Sovizzo a bordo di una Ford Fiesta e una ragazza di 25 anni di Brogliano alla guida di una lancia Y  in compagnia  di un’altra persona. I vigili del fuoco hanno collaborato con il personale del suem  118 presente sul posto nei soccorsi dei feriti e la messa in sicurezza delle vetture e del luogo.

Arcugnano, gattino salvato da sottoterra

Si è comportata proprio come un essere umano la mamma gatta che, vedendo il suo piccolo in pericolo, ha chiesto aiuto miagolando a squarciagola. L’episodio, finito bene, è successo in via Soghe, ad Arcugnano, verso le 6. Un uomo ha chiamato i vigili del fuoco dopo essere stato svegliato dal forte miagolio della gatta, ferma ai piedi dello scarico dove si sentiva un altro miagolio di un gattino. E infatti il piccolo micio era finito nelle condotte di scarico di un tetto, cadendo all’interno della grondaia il cui tubo è incanalato sottoterra. I pompieri hanno individuato il punto dove si trovava il gattino, hanno dissotterrato lo scarico, poi hanno praticato un taglio sul tubo in plastica e hanno sparato dell’acqua dal pozzetto di scarico. Il felino è stato così spinto verso i soccorritori . Una volta tratto in salvo il micio è stato asciugato con il phon e affidato a mamma gatta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *