Senza categoria

Vicenza e provincia cronaca

Quando si muore da soli… –

Di nuovo una persona che muore da sola, e quel che è peggio è che di queste morti ci si accorge spesso dopo giorni. E’ successo a Vicenza, quest’oggi, con i vigili del fuoco che sono dovuti intervenire nel pomeriggio, alle 16, per aprire una porta di un appartamento. La segnalazione era arrivata dalla polizia locale, e l’abitazione era un appartamento in Via Bertolo 24. Purtroppo una volta aperta la porta ci si è resi conto che chi abitava la casa, una signora di  78 anni che viveva da sola, era priva di vita. Sembra che fosse morta da tre giorni. Sul posto anche il suem 118.

Montebello, muore camionista

È morto dentro il camion che guidava da anni un uomo di 58 anni, residente in provincia di Udine. L’autista, poco dopo le 13.30, è stato notato da un collega della stessa ditta che, mentre passava in via Fracanzana, a Montebello Vicentino, ha visto il camion parcheggiato nel piazzale della trattoria Padana lungo la strada regionale 11. La cosa è parsa strana perché il 58enne questa mattina doveva trovarsi a Genova e questo ha spinto l’altro camionista a fermarsi e controllare. L’uomo non rispondeva ed era chiuso all’interno della cabina del mezzo pesante. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco per aprire il mezzo, ma l’uomo era orami privo di vita. Oltre ai pompieri, sul luogo della tragedia, sono intervenuti i sanitari del Suem e la polizia locale.

Chiampo, si butta dal terzo piano

Non ha accettato la fine della relazione con la sua fidanzata, il dispiacere è stato così grande che ha deciso di farla finita. Un operaio di 25 anni, poco dopo la mezzanotte, si è lanciato dal suo appartamento al terzo piano, in via Largo Mazzocco, a Chiampo. Il giovane è stato trasportato all’ospedale San Bortolo di Vicenza in gravissime condizioni. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Valdagno e i sanitari del Suem che hanno cercato di stabilizzare il 25enne prima di trasportalo al nosocomio dove ora si trova ricoverato nel reparto di rianimazione.

serpente-scatola

Un serpente a passeggio

Sono dovuti intervenire i vigili del fuoco quest’oggi, a Vicenza, poco prima delle 17, per un rettile lungo circa un metro e mezzo, che strisciava lungo il marciapiedi di Via Campagna, causando paura tra i passanti. All’arrivo dei vigili, il serpente, probabilmente di origine esotica, era stato fatto entrare in una scatola di cartone da alcuni ragazzi del posto, che si sono aiutati con un manico di scopa. I vigili del fuoco hanno preso in consegna il rettile per poi affidarlo al corpo forestale dello stato, che verificherà l’origine dell’animale.

Bassano, rapinarono anziani. Arrestati

Il 21 dicembre del 2013 avevano rapinato brutalmente una coppia di anziani ultraottantenni, entrambi invalidi, nella loro abitazione a Bolzano Vicentino. Madre e figlio minacciarono le due vittime con un coltello a serramanico e, dopo essersi fatti consegnare un computer e 400 euro in contanti, strapparono dal collo dell’anziana una catenina d’oro per poi darsi alla fuga. I malviventi, Maria Vincenza Cerami, 60 anni, e il figlio Luca Franco, 20 anni, residenti a Bassano del Grappa, vennero arrestati dai carabinieri di Thiene dopo che i vicini di casa delle vittime avevavo allertato il 112. Madre e figlio fino a ieri si trovavano agli arresti domiciliari, ma nel pomeriggio i miltari di Bassano del Grappa li hanno portati in carcere in quanto è arrivata la sentenza che condanna la Cerami a 3 anni, 6 mesi e 9 giorni di reclusione, più il pagamento di 1.200 euro di multa, e Franco a 3 anni, un mese e 9 giorni di reclusione e al pagamento di 800 euro di multa. La donna è stata portata nel carcere di Montorio Veronese, il ragazzo a San Pio X.

Vicenza, ladri in azione in negozi e case 

Raffica di furti negli esercizi commerciali e in alcune abitazioni di Vicenza. Ieri mattina, poco dopo le 10.30, al supermercato Pam di viale Mazzini, un marocchino di 44 anni, volto noto alle forze dell’ordine, è riuscito ad oltrepassare le casse con due profumi per un valore di 30,91 euro ma è stato prontamente bloccato dal personale. L’uomo è stato portato in Questura dove si è tolto la camicia per stingersela al collo tentando di soffocarsi. I poliziotti lo hanno messo in cella di sicurezza, poco dopo è stato rilasciato e si è beccato una denuncia. Sempre ieri, alle 7.40, il titolare della gastronomia Pasquale Mattina, in strada statale Pasubio, ha allertato il 113 perché i ladri, forzando una finestra, erano penetrati nel locale rubando un computer portatile e 220 euro in contanti. Furto anche al salone d parrucchiera Lo Specchio, in via Maddalene. Qui i ladri hanno portato via un computer. Alla scuola media Calderari, ieri, durante la festa dello studente ignoti, approfittando della confusione, sono saliti nelle aule del secondo piano rubando 4 cellulari dagli zaini degli alunni. Furto in un’abitazione di via dell’Edilizia, infine, dove i malviventi hanno rubato un televisore da 32 pollici.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button