Thiene, restaurata la chiesetta di Santa Lucia

Restaurata a Thiene la facciata dell’ex chiesetta di Santa Lucia. E’ stato possibile grazie ad una sinergia tra il comune thienese e il Lions club. “Quando il presidente del Lions – spiega Maria Gabriella Strinati, assessore alla Cultura – mi aveva manifestato nei mesi scorsi la disponibilità a sostenere un progetto di restauro importante in città, ho immediatamente pensato all’ex chiesetta di via Santa Maria Maddalena. L’edificio, che già da qualche anno è adibito a galleria d’arte moderna, è ricco di storia visto che le sue origini risalgono almeno al sedicesimo secolo. Tanti buoni motivi, dunque, per prendersi cura di questo gioiellino, punto di riferimento dell’arte thienese!”. Ed il Lions Club Thiene Host ha così accolto l’indicazione pevenuta dall’assessore Strinati e ha elargito un sostegno economico di 10mila euro che hanno permesso di realizzare il restauro conservativo della facciata dell’ex chiesetta.

chiesa-santa-lucia-thieneL’ufficio tecnico comunale ha coordinato le diverse fasi del progetto e ha curato i rapporti con la Soprintendenza per i pareri necessari ad intervenire sul bene storico tutelato. In effetti dal timpano della facciata si erano verificati distacchi di materiale e l’edificio aveva necessità di un intervento che ne curasse gli acciacchi dovuti all’età secolare. “Ringrazio il Lions Club Thiene Host – ha detto il sindaco di Thiene, Giovanni Casarotto – per la sensibilità che sempre riserva alla promozione della cultura e alla salvaguardia del patrimonio architettonico del territorio e della Città di Thiene, in una sinergia con il pubblico oggi sempre più importante e preziosa e mirata a conservare, valorizzare e consegnare alle nuove generazioni cultura, arte e storia”.

L’intervento si è sviluppato in due fasi, il restauro degli elementi lapidei della facciata e delle modenature e delle parti intonacate della facciata. La progettazione è stato curata dall’architetto Adriano Carli e dallo studio Dal Santo, mentre i lavori sono stati eseguiti alla ditta Athena del Consorzio DnArte di Vicenza. Pulizia delle superfici, consolidamento delle parti in pietra, sistemazione delle fessurazioni, consolidamento degli intonaci con il ripristino dell’equilibrio cromatico e trattamento protettivo idrorepellente sono state in sintesi le fasi dell’intervento che si è realizzato in circa un mese.

Non vi sono dati certi sull’epoca di costruzione della chiesetta di Santa Lucia. Il Giongo fa addirittura risalire la sua costruzione a prima del 1100, basandosi sul fatto che attiguo alla chiesa, già dal XII secolo, esistesse un ospedale. Una minuta del ‘600, conservata presso l’archivio parrocchiale del Duomo di Thiene, riporta di una “chiesa di San Valentino, dove anco è un ospitale per albergar poveri, del quale si trova memoria del 1534”.  Un altro storico, il Sartori, afferma che questa chiesa “sta unita ad un ospedale fondato nel 1423 e ricordato in documenti del 1534 e 1536”.

Dopo un lungo periodo di oblio, in cui l’edificio, già sconsacrato e divenuto proprietà del Comune di Thiene, risulta in precarie condizioni, finalmente nel 1970 diventa oggetto di un importante intervento di recupero e valorizzazione, curato dagli architetti Pietro Pezzel e Giuseppe Cortivo.  Ha ospitato per un lungo periodo gli uffici della Pro Thiene ed è quindi divenuta sede della Galleria d’arte moderna, evolvendosi in spazio espositivo di numerose mostre ed eventi culturali, organizzati dai servizi di promozione culturale del Comune di Thiene, in collaborazione con l’associazione “Le mani”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *