Breaking News

Thiene capofila del progetto europeo Wenet

E’ piaciuto in Europa il progetto di educazione ambientale presentato dal Comune di Thiene, tanto da ottenere un finanziamento di 150mila euro e l’adesione di undici partners di varie nazioni: Francia, Polonia, Portogallo, Slovenia, Spagna, Serbia, Malta e Italia. Non si tratta di fondi strutturali, e quindi ottenuti con l’intermediazione regionale, bensì di un accesso diretto ai programmi di finanziamento europeo, realizzato con l’elaborazione di un progetto elaborato da Thiene in collaborazione con Alda, Associazione europea per la democrazia locale, di cui il comune thienese è socio e con il quale ormai da anni collabora su tematiche europee.

Il progetto, intitolato Wenet, acronimo di Working for environmentally educated towns, ha dunque come capofila il Comune di Thiene, ed è finanziato dal programma europeo “Europa per i cittadini” e, più nello specico, dall’azione “Rete di città”, finalizzata a promuovere collaborazioni tematiche su questioni prioritarie e di interesse per le comunità, attraverso la partecipazione attiva dei cittadini. “In tempi di ristrettezze economiche – ha commentato l’assessore thienese all’ambiente, Andrea Zorzan – ogni amministrazione comunale invoca l’accesso ai fondi europei. Ci siamo riusciti lavorando con impegno. Siamo arrivati ottavi in una graduatoria di soli venti progetti ammessi e finanziati da un programma aperto a 39 nazioni, dimostrando una capacità progettuale importante in campo internazionale”.

Il progetto Wenet, che si può tradurre “Al lavoro per educare le città all’ambiente”, tratta di una tematica fondamentale oggi, l’educazione ambientale, puntando a sensibilizzare la cittadinanza e all’adozione di comportamenti virtuosi, che non solo prevengano inquinamento e degrado nelle città, ma che stimolino azioni concrete in favore di uno sviluppo sostenibile. Il progetto punterà a formare i cittadini dei territori coinvolti sull’importanza della raccolta differenziata e del riciclo, aspetto quest’ultimo cruciale specialmente nelle aree urbane in rapida crescita. E’ proprio il lavoro coordinato su un problema che non riguarda solo una città o uno Stato, ma ha un impatto globale sulle popolazioni, è il valore aggiunto di Wenet.

La collaborazione e lo scambio di buone pratiche sarà strutturata in un percorso che durerà 24 mesi, e si articolerà in quattro momenti chiave, scanditi da altrettanti eventi internazionali.  A Thiene l’onore di ospitare in autunno la conferenza internazionale di lancio del progetto. In parallelo e in coordinamento con questi momenti internazionali, un’azione a cascata a livello locale sarà realizzata nelle comunità dei paesi target di progetto. Il progetto partirà formalmente il primo luglio e si concluderà il 30 giugno 2017.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *