Veneto

Valdastico Nord, si sblocca l’iter. Ok da Trento

“Il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, ha partecipato oggi alla riunione preparatoria del Cipe (Comitato interministeriale per la programmazione economica) nel corso della quale si è preso atto della intervenuta intesa della Provincia autonoma di Trento sulla realizzazione dell’autostrada A31 Valdastico Nord, ai sensi dell’articolo 19, comma 1, del decreto del Presidente della Repubblica 22 marzo 1974, n. 381 e dell’articolo 1, comma 1, della legge n. 443/2001, e ha dato mandato al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti di richiedere alla Commissione europea di differire di 18 mesi il termine intermedio del 30 giugno 2015 per l’approvazione del progetto definitivo dell’intero collegamento autostradale A31 Valdastico nord al fine di mantenere la scadenza della concessione al 2026”.

Inizia così una nota della Regione Veneto a proposito del contestato completamento dell’autostrada Valdastico Nord, quella cioè che avrebbe dovuto essere il collegamento veloce tra Vicenza e Trento e che si è invece fermata, da molti anni ormai, a Piovene Rocchette. E questo proprio per la contrarietà, sempre ribadita, della Provincia autonoma di Trento. E adesso, c’è l’intesa? Sembra di sì, anche se dovrebbe arrivare grazie soprattutto ad una sorta di scambio sulla base del quale Trento cede sulla A31 avendo in cambio garanzie sul fatto che sarà messo da parte il progetto della Nuova Valsugana e che verrà rinnovata la concessione alla stessa provincia trentina sulla A22 del Brennero.

Il lungo iter dunque sembra destinato a sbloccarsi e ad andare avanti. “Il Cipe – prosegue la nota della Regione – ha, infine, prescritto che entro il termine massimo di 16 mesi dalla data di adozione della delibera, il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti provveda alla presentazione al comitato del suddetto progetto definitivo, con contestuale presentazione, previo parere del Nars, del Piano economico finanziario aggiornato della Convenzione e del relativo schema di atto aggiuntivo di recepimento, che tengano conto del costo dell’investimento risultante dal progetto definitivo”.

Zaia avrà un incontro, domani con il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, Graziano Delrio, e con i rappresentanti della Provincia autonoma di Trento, per definire in ogni dettaglio la questione Valdastico Nord, che sarà portata ad approvazione definitiva alla prossima riunione dei Cipe.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button