Provinciavicenzareport

Schio, riapre dopo il restauro la Fontana Vecia di Magrè

Un sito storico della città di Schio, finemente restaurato, un piacevole angolo di verde dove zampilla un’antica sorgente d’acqua. E’ la Fontana Vecia di Magrè, che fu la più importante sorgente naturale per l’approvvigionamento idrico dell’abitato di Magré prima che venisse costruito, nel 1885, l’acquedotto municipale. Ieri, questo piccolo ma significativo pezzo di storia, è stato restituito alla comunità. Siamo ai piedi del colle di Raga, e all’ombra della primitiva chiesa parrocchiale di Magrè, meglio conosciuta come Cimitero vecchio, poiché all’interno del muro di cinta esso rimase in funzione fino al 1900. È qui che si trova la Fontana Vecia.

Di datazione incerta, si presume fosse che la fontana fosse preesistente alla chiesa, eretta nell’anno mille, come sorgente naturale poi strutturata per uomini e animali. Il manufatto lapideo a forma quadra è il punto di sorgente e ai suoi piedi un tempo esisteva una vasca dove l’acqua arrivava dalle feritoie inclinate scavate nella pietra . Successivamente sono state costruite due grandi vasche con funzione di abbeveraggio e di lavatoio. Altre ne sono state riportate alla luce scavando, il che testimonia l’antica esistenza di questo sito e la sua funzione.

I lavori di ripristino hanno interessato la parte lapidea attorno alla quale sono stati creati un’area verde attrezzata e un muro di contenimento con canne metalliche in corten che lo mimetizzano. Il sistema idraulico è quello originario a caduta dalla sorgente alla vasca oltre a un sistema integrativo a pompa in caso di mancanza d’acqua. Al piano delle opere, pari a 100 mila euro di spesa, ha contribuito il Comune di Schio per il 60%, e per la restante parte un contributo regionale Avepa.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button