Vicenzavicenzareport

Riforniva di eroina la Vicenza insospettabile

Il continuo via vai di gente da quella palazzina, per altro ben tenuta, in contrà Santa Lucia, a Vicenza ha insospettito gli agenti della sezione antidroga della Squadra Mobile che ieri sera si sono appostati e hanno fatto un sopralluogo arrestando uno spacciatore. I poliziotti, coordinati dal vicequestore Davide Corazzini, hanno trovato persone in fila, fuori dall’abitazione, in attesa del loro turno per acquistare la droga. Tutti insospettabili, le classiche persone della porta accanto, hanno ammesso di essere consumatori abituali.

Marwen Toujan
Marwen Toujan

A finire in manette Marwen Toujani, tunisino di 26 anni, in Italia senza permesso di soggiorno e con una sfilza di precedenti. Il giovane gravita a Vicenza dal 2011 e nel suo curriculum ci sono reati contro il patrimonio, furti, ricettazione, danneggiamento, lesioni, resistenza a pubblico ufficiale e reati connessi alla droga. Nel 2013 era evaso dagli arresti domiciliari.

Gli agenti, in casa di Toujan, hanno trovato un piccolo campionario, a dimostrazione che la sua attività era ben avviata. Nell’appartamento c’erano 13 grammi di eroina, suddivisa in involucri già pronti per essere venduti, buste di plastica, sostanza da taglio, un bilancino di precisione, 2 grammi di hashish, taglierini, forbici, accendini, carta stagnola. Tutto l’occorrente per confezionare la sostanza.

Il giro d’affari del tunisino rendeva bene, basti pensare che ogni due giorni piazzava sul mercato 15 grammi di eroina per un valore di 1.200 euro. I soggetti in attesa di acquistare, quattro quelli trovati ieri sera, sono stati segnalati: tutti italiani della Vicenza insospettabile.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button