Breaking News

Regione, varata oggi la nuova giunta Zaia

Presentata oggi, dal riconfermato presidente della Regione, Luca Zaia, la nuova giunta chiamata a governare il Veneto per i prossimi cinque anni. Si propone come un esecutivo abbastanza equilibrato sul piano della rappresentanza al suo interno delle provincie regionali. Dei dieci assessori nominati infatti, le provincie di Vicenza, Verona e Padova ne hanno due. Uno a testa invece per Venezia, Treviso, Belluno e Rovigo.

Il vicepresidente della giunta sarà il veneziano Gianluca Forcolin, tre sono le donne e altrettanti gli assessori esterni. Abbastanza bassa anche l’età media, che si aggira intorno ai 45 anni. Non c’è Sergio Berlato, sul cui nome si erano levati nelle settimane scorse molti rumors, soprattutto sui molti veti che erano scesi sulla sua rivendicazione di un assessorato, magari alla caccia e alla pesca, il settore della società che certamente più lo sostiene.

Due sono gli assessori confermati dalla precedente giunta: quello alla  sanità, Luca Coletto, e Elena Donazzan, che mantiene le deleghe al lavoro, all’istruzione e formazione, e alle pari opportunità. Per quanto riguarda la composizione delle giunta comunque, in questa pagina il lettore può trovarla completa delle singole deleghe, mentre in quest’altra troverà una breve biografia di ciascun assessore.

Dando qualche anticipazione, al bellunese Gianpaolo Bottacin è stata affidata la delega all’ambiente, con particolare riguardo alla riconversione di Marghera, mentre Federico Caner, capogruppo del Carroccio nella precedente legislatura, si occupa dei rapporti con il Consiglio regionale, dell’attuazione del programma, e del turismo.

Le deleghe per agricoltura, caccia e pesca sono andate a Giuseppe Pan, a Cristiano Corazzari la programmazione ambientale ed urbanistica, lo sport e l’identità veneta. A Elisa De Berti i lavori pubblici e i trasporti,  a Manuela Lanzarin l’immigrazione, i diritti umani e il sociale. Roberto Marcato infine sarà assessore ad artigianato, commercio, industria ed energia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *