domenica , 25 Luglio 2021

Parte il festival internazionale “Vicenza in lirica”

Inizia l’atteso festival internazionale “Vicenza in lirica”, un evento organizzato dalla associazione culturale Concetto Armonico in collaborazione con il Comune di Vicenza, con l’ospitalità delle Gallerie d’Italia Palazzo Leoni Montanari e con il patrocinio di Regione Veneto, Provincia di Vicenza, Ambasciata italiana a Vienna, Istituto di cultura a Vienna e del Padiglione Italia di Expo Milano. Un festival quest’anno tenuto a battesimo dalla soprano Katia Ricciarelli, e che sta diventando un’attrazione musicale e turistica per Vicenza e per il Veneto. Per quanto riguarda il programma definitivo del festival, sarebbe lungo illustrarlo per intero, quindi alleghiamo una pagina in pdf con il programma completo.

vetrina-vicenza-liricaMerita segnalare subito invece quella che sarà la partenza del festival, domani, venerdì 19 giugno, alle 18, in modo decisamente originale, ovvero con l’Aperitivo classico, un appuntamento che unisce la convivialità e la musica e che Concetto Armonico ha deciso di organizzare in piazza proprio per rendere la città protagonista del festival. L’ora dell’aperitivo sarà infatti accompagnata dalle esibizioni di gruppi musicali in Piazza Biade e nella zona di Piazza San Lorenzo e Corso Fogazzaro. A rendere l’atmosfera  più teatrale e di sicuro effetto saranno personaggi in costume d’epoca, che passeggeranno per le vie del centro storico, dando anche informazioni sulla terza edizione del festival.

In Piazza Biade, ad accompagnare l’aperitivo nei bar che hanno aderito all’iniziativa, sarà un quartetto di sax classici composto da Emma Nicol Pigato, Valeria Capita, Fiorella Isola e Elena Valentina Goberti, per l’appuntamento dal titolo Classica by sax. Per quanto riguarda invece Corso Fogazzaro e Piazza San Lorenzo, l’evento è stato chiamato Violiviolà e di scena sarà il trio composto da Luca Ranzato e Fabrizio Castania, al violino, ed Erika Tosato al violoncello.

Vicenza, iniziando così il suo festival, si avvicina a quanto fanno altri paesi europei, come accade a Salisburgo o a Vienna, dove le città che ospitano festival di primaria importanza, coinvolgono tutta la comunità con attività di promozione ed intrattenimento. Del resto il festival potrà così offrire, oltre a spettacoli di alto livello, anche visibilità alla città ed opportunità di crescita alle aziende.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità