Vicenzavicenzareport

Muore parà di 32 anni in un lancio di addestramento

Un  giovane paracadutista è morto nel pomeriggio di ieri, nel senese, durante un lancio di addestramento. Il suo nome è Sergio David Ferreri, nato in Venezuela da famiglia italiana ma vissuto negli ultimi anni a Vicenza, dove ancora abitano i genitori. Incursore del 9° Reggimento Col Moschin, di stanza a Livorno, il trentaduenne Ferreri era un soldato esperto, un paracadutista che era stato addestrato anche negli Stati Uniti e che aveva partecipato a missioni internazionali come quella in Afganistan.

Non è chiaro cosa sia esattamente successo, è certo però che qualcosa non ha funzionato nel paracadute, dato che quello principale non si è aperto o non lo ha fatto nel modo adeguato, e sembra che così sia avvenuto anche per quello di emergenza. Ferreri è così precipitato in modo incontrollato, e l’impatto con il suolo è stato devastante.

I soccorsi sono arrivati con grande tempestività ma ormai per lo sfortunato paracadutista non c’era più nulla da fare. Sono state avviate due inchieste per far luce sulla vicenda, una della Procura di Siena e l’altra da parte delle autorità militari. Profondo cordoglio per la morte del giovane soldato è stato espresso dai vertici dell’esercito ed anche dal Ministro della Difesa Roberta Pinotti.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button