Economia

La Guardia di Finanza celebra la sua festa e fa un bilancio

Celebrato oggi il 241° Anniversario di Fondazione del Corpo della Guiardia di Finanza. A Vicenza i festeggiamenti sono stati fatti presso il il Comando Provinciale, con una sobria ma significativa cerimonia interna alla presenza delle massime autorità istituzionali civili e militari. Nella circostanza è stato fatto il punto dell’attività svolta dalle Fiamme Gialle della provincia berica nel corso del 2015. L’impegno a contrasto dell’evasione fiscale e dell’economia sommersa continua ad essere la missione prioritaria. Nei primi 5 mesi dell’anno, la Guardia di Finanza ha fatti 280 tra verifiche e controlli ai fini di Iva e imposte dirette, oltre 2380 controlli strumentali.

Denunciati 279 soggetti per reati tributari, come aver usato o emesso fatture false (per un imponibile pari a circa 100 milioni di euro) per aver omesso la presentazione delle dichiarazioni o aver occultato o distrutto le scritture contabili. Per questi casi sono state avviate le procedure di sequestro di beni, per un totale circa 81 milioni. I sequestri di beni già eseguiti sono stati pari ad un valore di quasi 1,5 milioni di euro. Le frodi individuate nel settore della fiscalità internazionale sono state quattro, ed i redditi evasi tramite operazioni con l’estero, nei primi cinque mesi di quest’anno, sono cresciuti di quasi il 50% rispetto allo scorso anno.

Nella lotta all’economia sommersa sono stati scoperti 56 evasori totali. Sono stati inoltre più di 1700 gli interventi relativi a ricevute e scontrini fiscali, con la constatazione di 560 irregolarità, pari a circa il 33% degli interventi operati. Particolare attenzione è stata rivolta anche al settore del contrasto al lavoro sommerso: sono stati individuati 72 imprenditori (prevalentemente nei settori commercio, ristorazione, bar, parrucchiere, lavanderia, pasticceria, edilizia, concia) che si sono avvalsi di 107 lavoratori in nero e 482 lavoratori irregolari, con conseguente evasione contributiva e fiscale. La Guardia di Finanza ha molto contrasto anche i fenomeni di abusivismo e di illegalità che interessano il mercato dei giochi e delle scommesse, con l’esecuzione di 39 interventi di cui 7 irregolari e con il sequestro di 31 tra pc e mini computer, utilizzati nelle specifiche attività.

Anche il corretto utilizzo delle risorse pubbliche, di origine nazionale o comunitaria, ha un rilievo centrale nell’ambito delle attività della Guardia di Finanza. Sono stati 8 gli interventi in questo campo, per 13 violazioni a carico soggetti percettori di finanziamenti dell’Unione Europea, aiuti all’agricoltura e di incentivi nazionali alle imprese. L’attività ispettiva ha interessato anche il settore degli appalti con la denuncia di 17 persone su oltre 4 milioni di euro di appalti controllati e la constatazione di assegnazioni irregolari per quasi 600 mila euro. Sul versante dei reati contro la Pubblica amministrazione, nei primi 5 mesi dell’anno, sono stati effettuati 13 interventi con la verbalizzazione di 35 persone denunciate a piede libero (per diversi reati tra cui: concussione, corruzione, abuso d’ufficio, esercizio abusivo della professione).

Nel settore della responsabilità amministrativa dei dirigenti pubblici l’attività del Corpo si è concretizzata con la verbalizzazione di 2 soggetti e con danni erariali accertati per oltre 9 milioni di euro. Nell’ambito delle prestazioni sociali agevolate e dei ticket sanitari, sono stati eseguiti 33 controlli di soggetti fruitori, per la verifica dei requisiti. 18 di essi avevano beneficiato delle previste agevolazioni (buoni libro e buoni mense scolastiche) senza averne diritto.

Fiamme Gialle beriche attive anche nel contrasto a fenomeni riconducibili agli interessi della criminalità organizzata, ad esempio il riciclaggio di denaro. E’ stato fatto un controllo antiriciclaggio e sono state approfondite 60 segnalazioni per operazioni sospette che si sono concretizzate in 18 procedimenti penali. Nell’ambito dei reati fallimentari e societarila Guardia di Fionanza di Vicenza ha fatto, nel 2015, 8 interventi e la verbalizzazione di 21 soggetti tutti denunciati a piede libero. Sono state accertate distrazioni fallimentari per oltre 5 milioni di euro.

Interventi anche in materia di sicurezza dei prodotti di contrasto alla contraffazione di brevetti e marchi. In questi primi 5 mesi dell’anno, sono stati sequestrati oltre 54 mila pezzi carenti della marcatura di sicurezza e potenzialmente pericolosi, tra beni di consumo, cosmetici, apparecchiature elettroniche, articoli di bigiotteria, moda e giocattoli, confezioni di prodotti alimentari, e circa 1900 capi di abbigliamento, accessori ed altri articoli contraffatti. Complessivamente sono stati verbalizzati 21 soggetti dei quali 13 denunciati.

Infine, il contrasto al traffico di sostanze stupefacenti. Si è sviluppato attraverso 74 interventi che hanno portato alla verbalizzazione di 109 soggetti di cui 12 in stato di arresto e 11 denunciati a piede libero. Complessivamente sono stati sequestrati oltre 5,3 chilogrammi di sostanze stupefacenti (hashish e marijuana, cocaina ed eroina). Sono stati effettuati, inoltre, numerosi interventi a carattere preventivo, con l’ausilio delle unità cinofile della Compagnia di Vicenza, presso luoghi ed aree locali di potenziale interesse per il fenomeno dello spaccio, soprattutto diretto ai più giovani, come i plessi scolastici, le stazioni ed i locali e luoghi di ritrovo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button