sabato , 18 Settembre 2021

“Il giardino delle fiabe” nell’estate di Campo Marzo

Nell’ambito delle attività di valorizzazione di Campo Marzo, prende il via a Vicenza, lunedì 15 giugno proseguendo fino al 31 agosto, “Il giardino delle fiabe”, una serie di laboratori creativi rivolti ai bambini dai 3 agli 11 anni. L’iniziativa è stata presentata questa mattina dal consigliere comunale Stefano Dal Pra Caputo, delegato alla promozione e allo sviluppo dell’area di Campo Marzo, dall’assessore alla comunità e alla famiglia Isabella Sala e dall’assessore alla partecipazione Annamaria Cordova.

All’interno del parco giochi di viale dell’Ippodromo, animatori del progetto Cittadinanze Re-incontrate racconteranno ogni settimana una storia diversa, intorno alla quale condurranno laboratori creativi, istruttivi e giochi. I moduli, organizzati dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 18, saranno flessibili per adattarsi alle esigenze dei bambini, ai loro interessi e alle due fasce d’età presenti che andranno  dai 3 ai 6 anni e dai 7 agli 11 anni. La partecipazione è gratuita e non è prevista iscrizione.

I laboratori saranno realizzati alla presenza dei genitori, o comunque di un adulto di riferimento dei bambini coinvolti. I bambini non potranno essere affidati all’animatore. Il parco giochi è provvisto di assicurazione per le attività realizzate sotto la supervisione degli adulti. Vi sarà un solo periodo di sospensione delle attività, dal 10 al 15 agosto. “Questo bellissimo parco giochi – ha commentato l’assessore Isabella Sala – , che molti di noi hanno frequentato prima come bambini e poi come genitori, negli anni si è trasformato insieme alla città e oggi accoglie famiglie che provengono da tutto il mondo. Con questo progetto, che si inserisce nel Piano della città per i bambini, i ragazzi e le famiglie e sarà condotto da quattro giovani animatori qualificati, vogliamo trasformarlo in un giardino delle fiabe, dedicato al benessere dei nostri cittadini più giovani”.

“L’iniziativa – ha poi concluso concluso l’assessore Annamaria Cordova – ben sintetizza il tema della partecipazione, capo saldo di questa amministrazione, perché nasce dalla collaborazione fra assessorati e punta al coinvolgimento delle famiglie, offrendo una risposta significativa ai bambini che, soprattutto se vivono in centro storico dove è più raro avere giardini, possono godere di uno spazio verde attrezzato e ora anche animato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità