Breaking News

Il Bassano perde a Como, la B si allontana

Nella finale di andata dei playoff validi per la serie B il Bassano viene piegato dal Como che mette due sigilli, uno per tempo, e ipoteca, salvo clamorosi ribaltamenti di fronte, la promozione alla serie cadetta. Una sconfitta pesante per i veneti, penalizzati anche dalle numerose assenze. Asta deve infatti fare i conti con le pesanti assenze di Pietribiasi e Furlan, entrambi squalificati, e l’infortunato Maistrello. I lariani sono apparsi più in forma e hanno gestito bene il match davanti ai numerosi tifosi presenti.

In uno stadio Sinigaglia tutto esaurito le due squadre danno subito spettacolo: prima sono i padroni di casa a rendersi pericolosi con un colpo di testa spazzato via dalla difesa, poi sono i giallorossi con Iocolano a sfiorare il vantaggio, ma Crispino è bravo a rendere vano il tentativo. Il Como non tarda a segnare: al 13′ Le Noci raccoglie un cross di Castiglia e con un colpo di testa infilza Grandi sul secondo palo. I veneti provano a reagire e al 19′ Cattaneo, servito da Iocolano, lascia partire un missile che sbatte sul palo interno. In campo è tutto un botta e risposta e il caldo sembra non frenare le due squadre che spingono per aumentare il vantaggio, da una parte e per acciuffare il pareggio, dall’altra. Il primo tempo si chiude con ritmi elevati e con le occasioni di Cenetti (tiro strozzato) e una zuccata di Ganz che finisce di poco fuori.

Nella ripresa i lariani reclamano un rigore (55′) per un fallo di mano, ma per l’arbitro non c’è nulla. Il Como è bravo a neutralizzare le iniziative del Bassano e a ripartire rendendosi pericolosi. Con l’ingresso di Cortesi Asta modifica il modulo schierando un 4-2-3-1 con Cattaneo a sinistra, Cortesi a destra e Iocolano centrale a supporto della punta Nolè. I veneti provano la soluzione dalla distanza: al 69′ Nolè calcia da i 25 metri ma la sfera termina alta. All’82’ arriva il raddoppio dei padroni di casa: contropiede innescato da Defendi che lascia partire un gran tiro ma il pallone sbatte sul palo, la respinta termina nei piedi di Ganz che a porta vuota non sbaglia e gonfia la rete. Il Bassano dopo il secondo gol è in difficoltà e va avanti con la forza della disperazione e con l’orgoglio: all’85’ Nolè prova la conclusione da fuori area ma la palla si spegne sul fondo. La squadra di Sabatini difende bene il vantaggio importantissimo per la gara di ritorno di domenica prossima al Mercante. I giallorossi dovranno compiere un miracolo, in casa, per ribaltare la situazione.

COMO – BASSANO 2 – 0

COMO (3-5-2): Crispino; Ambrosini, Giosa, Cassetti; Marconi, Casoli, Fietta, Castiglia (42′ st Ardito), Fautario (33′ st Defendi); Le Noci (29′ st Cristiani) , Ganz. A disp.: Falcone, Lebran, Rolando, Maritato. All. Sabatini.

BASSANO (4-3-3): Grandi; Toninelli, Priola, Bizzotto, Semenzato (29′ st Stevanin); Davì, Cenetti, Proietti (21′ st Cortesi); Cattaneo (43′ st Spadafora), Nolè, Iocolano. A disp.: Scaranto, Zanella, Casarini, Ingegneri. All. Asta

ARBITRO: Rapuano di Rimini.

MARCATORI: pt 13′ Le Noci; st 37′ Ganz

NOTE: pomeriggio caldo, terreno in buone condizioni. Ammoniti: Fautario (C) per gioco scorretto. Recupero: pt 2′, st 4′.

Monica Zoppelletto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *