Sport

Europei di basket femminile, il Famila Schio è presente

È iniziato ieri l’EuroBasket Women 2015, il 35° campionato europeo femminile di pallacanestro, che si giocherà in Romania e Ungheria fino al 28 giugno e l’esordio della nostra nazionale ha lasciato l’amaro in bocca. Allo Sports Hall Antonio Alexe di Oradea, infatti, le azzurre sono state sconfitte dalla Bielorussia per 76-85, dopo un tempo supplementare. Ma nella sfortunata partita di esordio va sottolineata l’ottima prestazione della scledense Sottana (19 punti). L’euforia per il suo +2 a 6” dal termine (73-71), è stata smorzata dal centro di Likhtarovich (73-73). Nell’overtime, però, il parziale di 12-3 delle avversarie, non ha lasciato scampo alle italiane. Oltre alla play arancione, c’è dell’altro Schio in questa Italia, dato che coach Ricchini ha a disposizione Masciadri (15 punti nel match d’esordio), Ress (11) e Gatti (3). E con 48 punti al suo attivo, pari a quasi tre quarti delle realizzazioni totali, il quartetto scledense è stato l’attore principale della sfida.

A proposito della struttura di questa manifestazione, che annovera le venti migliori formazioni europee, e che è organizzata dalla Fiba con cadenza biennale, l’Italia è inserita nel gruppo B assieme a Bielorussia, Polonia, Grecia e Turchia. Nel girone A si sfideranno Romania, Francia, Repubblica Ceca, Ucraina e Montenegro. Russia, Serbia, Croazia, Lettonia e Gran Bretagna si contenderanno il primato nel gruppo C. Mentre l’ultimo girone, il D è composto da Spagna, Slovacchia, Ungheria, Svezia e Lituania.

Dando uno sguardo alle partecipanti, Francia e Spagna sembrano una spanna sopra le altre. Le furie rosse, campionesse in carica, e le francesi della scledense Isabelle Yacoubou (sempre sul podio nelle ultime tre edizioni) sono state le protagoniste dell’Europeo 2013, culminato in una finale in cui le iberiche hanno prevalso di misura (70-69). La coppia al vertice è inseguita da Turchia e Serbia, rispettivamente terza e quarta forza nella scorsa competizione. Bielorussia e Repubblica Ceca, poi, non sono da sottovalutare. Per quanto riguarda l’Italia, ottava due anni fa, dal punto di vista tecnico, forse non è tra le più quotate, ma di sicuro le ragazze di coach Ricchini metteranno sul parquet cuore, grinta e determinazione per onorare la maglia che indossano.

Per chiudere, qualche indicazione sulla formula del torneo. Al termine della prima fase, le squadre classificate ai primi tre posti di ogni girone accedano alla seconda fase, in programma a Győr eDebrecen, Ungheria. Questi dodici team saranno divisi in due gruppi (E ed F). In ogni ragguppamento, ciascun partecipante si porterà in dote i risultati della fase precedente, tanto che saranno attribuiti due punti per ogni vittoria. E la conseguenza di questo meccanismo è che ogni team incontrerà soltanto le tre squadre dell’altro gruppo (A vs B e C vs D). Successivamente, le formazioni che si troveranno ai primi quattro posti, passeranno ai quarti di finale, che si disputeranno a Budapest, ad eliminazione diretta, dal 24 al 28 giugno.

Ilaria Martini

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button