Veneto

Case popolari ai migranti? Zaia “blinda” le Ater

Com’è noto, il patrimonio di Edilizia residenziale pubblica, le cosiddette “case popolari”, è gestito in Veneto dalle Ater, e viene assegnato sulla base di rigide graduatorie. In riferimento alle voci di possibili assegnazioni in deroga alle graduatorie o di requisizioni di questi alloggi per ospitare immigrati, il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, ha inviato stamane una lettera a tutte le Ater della regione, sollecitandole a porre la massima attenzione sulle procedure di assegnazione degli alloggi e ad attuare un rigorosissimo rispetto delle graduatorie.

Luca Zaia
Luca Zaia

Il fenomeno immigratorio in atto, “Rischia di determinare gravi ripercussioni anche su taluni aspetti del sociale – scrive tra l’altro Zaia nella lettera – tra i quali quello dell’emergenza abitativa, già notevolmente pressante sul nostro territorio”.

“In questo contesto – scrive ancora il presidente della Regione – ed al fine di non disattendere le legittime aspettative di coloro che, utilmente collocati nelle graduatorie comunali per l’assegnazione di un alloggio, sono in attesa di ricevere adeguata risposta alle proprie esigenze abitative, invito le Aziende a voler porre in essere la massima attenzione sulle procedure comunali di assegnazione degli alloggi pubblici. Nel rimanere in attesa di conoscere tempestivamente eventuali anomalie sulle procedure rilevate o su eventuali iniziative di altre Autorità che possano riguardare alloggi popolari sfitti – si conclude la missiva – ringrazio sin d’ora per la collaborazione, sicuramente rivolta a contrastare fenomeni di ingiustizia sociale e parzialità”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button