Breaking News

Basket, Vicenza si guadagna lo spareggio per la B

Non vuole correre rischi la Pallacanestro Vicenza in terra di toscana, e contro Siena parte subito forte per difendere il +22 dell’andata. Siamo all’ultima giornata della seconda fase, e le due squadre si giocano il secondo posto e la possibilità di giocare uno spareggio per la promozione in serie B. Nei primi minuti, Vicenza fa la voce grossa con i suoi lunghi vicino al ferro: in particolare è il più giovane del lotto a mettersi in mostra, Vittorio Teso, che chiuderà la sua magica serata con 14 punti e 7 rimbalzi. Il +8 del primo quarto è però solo un’illusione, perché l’agguerrita squadra di casa mette le cose a posto già prima dell’intervallo lungo. Il terzo quarto è il momento psicologicamente più difficile per i biancorossi, che mettono a referto appena 7 punti e vedono gli avversari issarsi anche sul +13. Con qualche canestro d’orgoglio di Campiello (14 punti e 13 rimbalzi) e una difesa più attenta, Vicenza riesce a congelare le distanze fino a metà dell’ultimo quarto, quando con un paio di attacchi vincenti risale fino al -5. Da lì non resta che gestire gli ultimi minuti, e nonostante la sconfitta per 62-59, il sogno di una stagione si materializza per Bohzenski (12) e compagni. L’appuntamento con la serie B sarà sempre in Toscana, a San Vincenzo in provincia di Livorno. Lì, il 5 giugno, la truppa di Deanesi incontrerà la squadra di Lissone: quaranta minuti decisamente storici, per riportare in città il basket che conta di più.

In serie D regionale, non riesce l’impresa a Piovene Rocchette, che dopo aver improvvidamente perso gara-uno nel campo di casa, non riesce ad imporsi nella difficile trasferta di Murano, come già gli era successo in stagione regolare. Gara-due di semifinale sfugge ben presto di mano ai ragazzi di Miotti, che a inizio del secondo quarto si ritrovano ad inseguire i lagunari di quasi venti punti. Con le spalle al muro, Summano riesce a produrre una reazione, guidata dai leader di tutta la stagione, Stella (16 punti) e Borgo (15), ben supportati da Filippo Drago (13) in regia. I risultati si vedono più in difesa che in attacco, ma a metà del terzo quarto i vicentini hanno rintuzzato lo svantaggio, inseguendo ora di appena cinque lunghezze. Sembra tutto apparecchiato per un finale punto a punto, e invece a sei minuti dalla fine, sul -4, due triple dei padroni di casa respingono definitivamente Zecchinati e compagni, che alzano bandiera bianca. Finisce allora sul 70-58 la stagione del basket Summano, che lascia i playoff da protagonista e che può solo rimpiangere quelle due partite gettate al vento alla fine della regular season. La finale per la promozione in C regionale sarà giocata quindi da Murano, che dovrà vedersela con la 3P Padova. Magra consolazione, proprio a Padova ci sono gli ultimi due vicentini a giocarsi qualcosa di importante per questa stagione sportiva: l’ala Alessandro Iotti e l’allenatore Giuliano Calgaro.

C’è invece il ribaltone nella finale di Promozione vicentina, dove l’Argine reagisce alla grande all’iniziale sconfitta casalinga, imponendosi per ben due volte in una settimana su Schio. In gara-due tutto viene deciso nella seconda parte di gara, quando la difesa dei ragazzi allenati da Cecchin riesce a produrre un piccolo solco tra loro e gli scledensi. Naturalmente, i padroni di casa non vogliono rinunciare a festeggiare la promozione davanti al proprio pubblico, e guidati dai bomber Zeffiro (18) e Pederzolli (14) strappano il pareggio ad un minuto dal termine. Lo sforzo di Schio è però vanificato da due improvvide palle perse, che sanciscono il punteggio sul 54-51. La necessaria gara-tre ai Ferrovieri ha visto prevalere di nuovo l’Argine per 56-49, grazie anche ad un solidissimo Rigodanza (16) che risponde colpo su colpo alle consuete triple del duo Zeffiro/Pederzolli. Schio ci crede per davvero e si mantiene in vantaggio con autorità per tutto il primo tempo (31-34). Poi però si inceppa qualcosa nei meccanismi della squadra di Pavanello, visto che nei successivi venti minuti vanno a referto con la miseria di 15 punti. Merito della difesa dell’Argine, o forse colpa del gioco troppo perimetrale degli ospiti. In ogni caso i padroni di casa si riportano in vantaggio e lì gestiscono i pochi punti di margine fino al quarantesimo.

Ha un nome dunque la quarta squadra vicentina che prenderà parte al prossimo campionato regionale di serie D: la giovane formazione dei Ferrovieri va ad affiancare Altavilla, Araceli e Summano. Contando anche Dueville in serie C, sono tornate ad essere cinque le nostre rappresentanti in regione, e dopo anni di retrocessioni e fallimenti, già questa è una buona notizia.

R.C.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *