Senza categoria

Arriva a Vicenza la rassegna “Designers Make Troubles”

Arriva dal 19 al 26 giugno, a Vicenza, Designers Make Troubles, sei tra realtà imprenditoriali giovani e aziende storiche vicentine che hanno affrontato un rinnovo generazionale apriranno le porte ai cittadini per far scoprire le attività che si svolgono all’interno, coinvolgendo attivamente i visitatori nel percorso progettuale. L’iniziativa, che ha il patrocinio del Comune di Vicenza e la collaborazione dell’ufficio giovani, è stata presentata questa mattina a palazzo Trissino dal consigliere comunale delegato alle politiche giovanili, Giacomo Possamai, e dagli organizzatori rappresentati da Marco Corona e Nicola Cappellari. In questa pagina il programma della rassegna.

“Designers make troubles – ha spiegato Possamai – vuole essere il primo embrione di una Design Week vicentina: per questo ringraziamo le prime sei aziende che hanno aderito al nostro appello, perché ci consentiranno di sperimentare qualcosa di nuovo per la nostra città, ma che ha già avuto successo in altri importanti centri della nostra provincia. Naturalmente, l’invito a partecipare, a questa edizione ma soprattutto alla prossima, è aperto a tutte le aziende vicentine ad alto tasso di innovazione, perché nel 2016 vogliamo proporre un’edizione ancora più strutturata e di impatto. Il format prevede una settimana di eventi all’interno delle aziende coinvolte: installazioni, mostre, attività di laboratorio, esposizioni e show room. E anche la location della presentazione dell’evento non è stata scelta a caso: il giardino della Chiesa di Santa Corona che si affaccia su corso Palladio, un luogo della nostra città meraviglioso ma poco conosciuto”.

Particolarmente stimolante il tema: una settimana dedicata ai “troubles”, cioè agli ostacoli e ai trabocchetti che quotidianamente siamo abituati ad incontrare, che sono di stimolo alla riflessione, e che possono essere superati con il metodo di progettazione del design applicabile ad ogni campo della creatività, dall’arredamento alla comunicazione, dalla grafica alla stampa, dall’allestimento all’architettura, fino alla moda. Un metodo nel quale un problema diventa il trampolino di lancio per un’idea, e si trasforma in soluzione. Durante tutta la settimana i negozi, i laboratori e gli studi che aderiscono all’iniziativa opereranno in modalità open. Sono inoltre previsti incontri ad ingresso libero.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button