lunedì , 26 Luglio 2021

Serafin confermato alla guida di Acque del Chiampo

Alberto Serafin è stato confermato per un altro biennio nel ruolo di amministratore unico di Acque del Chiampo. Presenti tutti gli azionisti, ovvero i comuni di Arzignano, Montecchio Maggiore, Lonigo, San Pietro Mussolino, Nogarole Vicentino, Chiampo, Crespadoro, Brendola, Montorso e Altissimo, si è infatti svolta oggi l’assemblea dei soci per l’approvazione del consuntivo di bilancio e il rinnovo della governance della partecipata pubblica.

Nella prima parte dell’incontro Serafin ha illustrato i risultati raggiunti a fine 2014, sottolineando un utile di bilancio di quasi 1,4 milioni di euro, pari ad un incremento del 1,5%. Il valore della produzione complessiva è stato di quasi 43 milioni, dato positivo anche per l’Ebit, pari a 3.251.000 (7,6% della produzione), 109.188.000 euro di capitale investito e 43.556.000 di capitale netto. Quindi si passa agli indici finanziari, che sono un Roi che passa dal 2,4 al 3%, il Ros dal 6 al 7,7%, il Roe dal 2.2 al 3,2%.

Parole di apprezzamento sono state espresse, al momento della dichiarazione di voto al bilancio, da parte vari amministratori, fra i quali il sindaco di Brendola, Renato Ceron, che ha apprezzato il lavoro svolto dall’amministratore unico, soprattutto riguardo al tema della trasparenza, e il vicesindaco di Montecchio Maggiore, Gianluca Peripoli, che ha parlato di una gestione fortemente condivisa con gli azionisti. Anche sul bilancio il voto è stato unanime.

“Il voto di oggi – ha detto il sindaco di Arzignano Giorgio Gentilin – dimostra che la scelta fatta due anni fa è stata giusta e il lavoro di Alberto Serafin ha aperto una fase nuova nella nostra partecipata, i cui risultati sono sotto gli occhi e l’apprezzamento degli azionisti”.

“Grande soddisfazione – ha poi espresso il diretto interessato, Alberto Serafin, – per la stima che oggi mi hanno dimostrato gli azionisti, confermando la linea di conduzione che abbiamo tenuto finora. Adesso rimettiamoci al lavoro per completare il programma, perché un mandato all’unanimità è una grande forza, ma anche una grande responsabilità. Alberto Serafin, 39 anni, project manager vicentino, rimane alla guida di Acque del Chiampo con un mandato pieno, da parte degli azionisti per il biennio, 2015/2017.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità