Arte, Cultura e Spettacoli

A Vicenza in Lirica la master class di Sara Mingardo

Inizia domani la prima master class del festival internazionale “Vicenza in Lirica”. Si tratta di un corso di perfezionamento in canto lirico, tenuto dalla contralto Sara Mingardo e  rivolto a dieci allievi che affronteranno un percorso di approfondimento vocale, tecnico e di interpretazione, con l’accompagnamento al pianoforte di Sergio Merletti. Alla master class, che si terrà presso le Gallerie d’Italia Palazzo Leoni Montanari, prenderanno parte cantanti provenienti da varie parti del mondo: Argentina, Francia, Finlandia, Olanda, Belgio, Inghilterra Russia, Kazakistan e, naturalmente, Italia.

Sara Mingardo
Sara Mingardo

La loro esibizione, all’interno del festival vicentino, è poi prevista per sabato 27 giugno, a conclusione del percorso, nel Salone di Apollo di Palazzo Leoni Montanari. Da segnalare che Sara Mingardo é anche consulente musicale e preparatore degli interpreti che si esibiranno sabato 11 luglio al Teatro Olimpico, nell’Orfeo ed Euridice, di Gluck, con la Schola San Rocco e la direzione di Francesco Erle.

Sempre per quanto riguarda Sara Mingardo, la cantante è una delle rare voci di autentico contralto della scena musicale di questi anni. Si è esibita in tutti i maggiori teatri del mondo e ha lavorato con direttori d’orchestra del calibro di Claudio Abbado, Riccardo Chailly, John Eliot Gardiner, Riccardo Muti e Rinaldo Alessandrini. Il suo repertorio comprende opere di Gluck, Monteverdi, Händel, Vivaldi, Rossini, Verdi, Mozart, Donizetti e Berlioz. Nel 2007 la sua incisione dell’Orfeo di Monteverdi, con Rinaldo Alessandrini, è stata premiata con il Diapason d’Or. Nel 2009 ha ricevuto il Premio Abbiati.

Il pianista Sergio Merletti invece è figlio d’arte, in quanto sua madre è la soprano Silvana Moyso. E’ uno dei più giovani talenti in Europa, diplomato  in pianoforte al conservatorio Verdi di Torino. 
In veste di compositore e direttore ha debuttato nel 2011 con la sua opera “Saffo”, allo stesso conservatorio Verdi di Torino. Nel 2013, per festeggiare il bicentenario di Wagner, si è esibito con un programma pianistico dedicato al compositore tedesco attraverso le trascrizioni lisztiane nelle sale più prestigiose della sua città.
 Il suo grande amore per la musica lo porta ad affrontare la composizione e la direzione, che lo arricchiscono donandogli una visione universale del pianeta musica.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button