Economia

Vicenza, come accogliere i turisti cinesi

Come accogliere nel proprio albergo i turisti cinesi, anche in vista dei flussi che verranno generati dall’Expo di Milano. E’ Confcommercio Vicenza che guarda al grande paese dell’estremo oriente, e lo fa attraverso Esac Formazione che organizza un corso, in realtà si tratta di due incontri, presso il centro di Creazzo. Gli incontri si terranno il 25 ed il 27 maggio e saranno di quattro ore ciascuno, riuniti sotto il titolo “L’accoglienza dei turisti cinesi”. La partecipazione è riservata agli albergatori e al personale del settore, che potranno avvalersi dell’iniziativa in forma totalmente gratuita, in quanto il corso rientra nei programmi di formazione finanziati dall’Ente bilaterale del settore terziario della provincia di Vicenza e beneficia del contributo della Camera di commercio di Vicenza a favore della formazione delle imprese del terziario.

Frequentando il corso, si avrà modo di conoscere gli elementi che contraddistinguono il turista cinese e quindi le pratiche per migliorare l’accoglienza e l‘ospitalità. La docente incaricata infatti vanta  “una pluriennale esperienza personale e professionale in Cina – spiega una nota di Confcommercio -, tale da trasferire molte pratiche indicazioni su come rapportarsi con questa nuova clientela, offrendo i servizi adeguanti alle loro esigenze ed aspettative. Ad esempio, come dare il benvenuto in albergo gli ospiti cinesi; cosa far trovare loro in stanza; in che orari servire il pranzo o la cena o come proporre le varie portate. Perché più si conoscono i loro comportamenti e la loro ritualità, più si è in grado di compiere quei gesti che comunicano un’accoglienza curata nei dettagli e che trasformano un semplice pernottamento in hotel in un’occasione di fidelizzazione e di promozione efficace”.

Ricordiamo che, a parte l’opportunità offerta dell’Expo, la Cina è anche il più grande bacino al mondo di potenziali turisti, per i quali tra l’altro l’Italia è una delle mete più ambite. “Non perdere alcuna occasione – raccomanda in conclusione Confcommercio –  per intercettare questi possibili nuovi clienti diventa quindi fondamentale. Non solo: che il motivo della loro permanenza nelle nostre città sia per affari o che si tratti di semplice vacanza, saper dimostrare di conoscere i loro comportamenti, offrendo un’accoglienza adeguata, può concorrere alla crescita di tutto il settore turistico locale”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button