Vicenza, blitz al Campiello per prostitute e abusivi

Blitz al Campiello, iniziato alle prime luci dell’alba di stamattina, che ha visto impegnate le forze dell’ordine dalle 6.30 alle 11.30 circa. Il noto stabile di Vicenza, al civico 108 di San Lazzaro, è stato controllato da cima a fondo dalla Polizia di Stato, dalla polizia locale e dalla Guardia di Finanza. A dare un aiuto alle forze dell’ordine è stato il nuovo amministratore del condominio, ma anche alcuni inquilini hanno contribuito, poiché stanchi della situazione di degrado e della presenza di prostitute e abusivi.

In uno degli appartamenti è stato trovato un albanese clandestino, colpito dal decreto di espulsione, in compagnia di una prostituta. In un altro appartamento sono stati trovati cinque tunisini, mentre un loro connazionale occupava abusivamente un garage insieme al suo rottweiller. Tutti i locali occupati sono stati sgomberati e le serrature sono state cambiate. Nell’appartamento di un rumeno, che abita con la madre e il fratello, è stata rinvenuta una targa automobilistica, molto probabilmente rubata, e una piccola quantità di droga. Tutti sono stati denunciati per ricettazione. Il rumeno in questione, nel gennaio del 2011, quando aveva 15 anni, aveva colpito con un pugno un 63enne in un bar di viale San Lazzaro. L’uomo morì 48 ore dopo.

Il blitz ha permesso anche di scoprire che alcune famiglie italiane, con regolare contratto, sono solite subaffittare la camera da letto alle prostitute. A far sospettare questo alle forze dell’ordine è stato l’ amministratore, che ha denunciato il fatto che i consumi di acqua, luce e gas sono sproporzionati rispetto al numero di inquilini presenti con contratto regolare di affitto o proprietà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità