Sport

Spezia-Vicenza, Marino: “I ragazzi sapranno dare tutto”

Una trasferta difficile quella che deve affrontare il Vicenza, impegnato domani pomeriggio a La Spezia, a causa delle numerose assenze in difesa. I titolari non saranno tutti a disposizione di mister Marino che sarà costretto a rivoluzionare il reparto difensivo. Qualche problema si potrebbe avere anche in attacco visto che la presenza di Giacomelli è a rischio.

“Abbiamo qualche squalifica – esordisce Marino – e in difesa soffrono di qualche problema D’Elia, Brighenti e lo stesso Garcia Pol, frenato in settimana dalla febbre. C’è qualche difficoltà ma sono convinto che alla fine i ragazzi sapranno dare tutto. Cercheremo di gestire bene le forze a disposizione per disputare una gara per noi fondamentale. Brighenti è convocato e verificheremo domani la situazione, oggi ha svolto un lavoro di scarico ma se sta bene può partire pure dall’inizio, vedremo. Anche Giacomelli è tra i convocati, difficilmente potrà essere utilizzato complice una contusione al costato subita nella scorsa gara”.

Una gara importante, quella di domani, per il cammino verso la promozione diretta in Serie A: “La sfida di domani è fondamentale per cullare ancora la possibilità di arrivare all’ultima partita giocandoci la promozione diretta o in chiave play-off per mantenere una buona posizione in graduatoria. Si sfideranno i cannonieri del campionato ma sinceramente questo mi interessa meno. Si guarda alla squadra anche se è fuori discussione che entrambi abbiano fatto cose straordinarie, Cocco più gol su azione rispetto a Catellani. Per noi Cocco è fondamentale come lo è Catellani per lo Spezia”.

“Lo Spezia – continua il tecnico biancorosso – possiede un organico forte, sia come qualità che quantità, costruito per fare un campionato di vertice. Sappiamo di affrontare una squadra in buone condizioni. Il Vicenza paga qualcosa in più quando ci sono le tre partite in una settimana. Abbiamo sempre sofferto durante il campionato le tre partite, quando come noi si gioca con il fraseggio stretto e affiora un po’ di stanchezza si perde lucidità e si diventa   prevedibili. A differenza di altre squadre che giocano sulle ripartenze e su spazi ampi dove serve meno precisione. Il problema fisico non si pone, il Vicenza non è cotto e dimostreremo sul campo che non è così. Se l’avversario si chiude aumenta la difficoltà da parte nostra di sbloccare la partita e non si riesce a vincere. Il Vicenza potrà puntare ad un buon finale di campionato e sarà pronto ad andare oltre. Tenendo conto di come lavorano durante la settimana questi ragazzi possono fare bene.

I veneti scenderanno in campo concentrati e per portare a casa i tre punti: “Il Vicenza giocherà alla pari, non capisco perché non debba essere così. Abbiamo perso una partita, quella contro il Brescia e non siamo riusciti a vincere con l’Entella ma abbiamo disputato complessivamente una buona partita, soprattutto nel secondo tempo ed era la terza in una settimana. Magari alle volte possono pesare alcune assenze ma la squadra possiede autostima e deve mantenerla. Non vedo il motivo perché debba cambiare atteggiamento. Dobbiamo essere consapevoli della forza del gruppo, se siamo riusciti a fare quello che abbiamo fatto è perché questa forza la possediamo”. E’ normale l’amarezza quando non si riesce a vincere. Spesso – conclude Marino – ci siamo riusciti e questo genera delusione nell’immediato. Quando poi si riprendere a lavorare la concentrazione è subito sulla partita successiva, con entusiasmo. Il clima è del tutto sereno. Noi dobbiamo fare il massimo a Spezia, si tratta di una tappa fondamentale per capire se dobbiamo arrivare alla fine”.

La nostra diretta della partita a partire dalle 15.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button