Breaking News

Sanità, la Nefrologia del San Bortolo è ora universitaria

E stato siglato ufficialmente oggi presso l’ospedale San Bortolo di Vicenza, l’atto di pre intesa tra la Regione del Veneto, l’Università di Padova e la Fondazione Roi, sulla base del quale l’Unità operativa complessa di Nefrologia del nosocomio vicentino verrà “clinicizzata” entrando così a pieno titolo in ambito universitario. L’atto è stato firmato dal presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, dal rettore dell’Università di Padova, Giuseppe Zaccaria, e da Gianni Zonin, presidente della Fondazione Roi, la quale si farà carico dell’onere economico collegato all’iniziativa.

“Siamo di fronte – ha detto Zaia – ad un momento storico per la sanità vicentina, che grazie a questo atto, rispetto al quale non si torna indietro, diventa a tutti gli effetti parte integrante dell’accademia diffusa della sanità veneta, con l’università che si fa anche elemento di valorizzazione delle eccellenze e della ricerca sul territorio. Insomma, l’università entra in ospedale, e l’unità di Nefrologia di Vicenza è un emblema di quanto dico, basti pensare al macchinario Carpe Diem, per la dialisi neonatale, inventato proprio qui”.

Il presidente della Regione ha anche tenuto a ringraziare la Fondazione Roi, ed il suo presidente Gianni Zonin, per l’appoggio economico che ha garantito per far fronte ai costi della clinicizzazione. “E’ anche grazie a banche mutualistiche e a Fondazioni come la Roi – ha aggiunto Zaia – che la sanità veneta ha raggiunto un livello di eccellenza nazionale e internazionale. Sarebbe stato così senza il loro contributo e la loro presenza? Credo proprio di no”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *