Real Vicenza, vittoria in extremis col Pordenone

Il Real Vicenza saluta il pubblico del Menti (ultima gara casalinga della stagione) con una vittoria, arrivata in extremis, grazie al match winner Cristini. Una partita tutto sommato equilibrata che ha visto i biancorossi più pimpanti nella fase finale. Il Pordenone recrimina un rigore per una trattenuta su Ravasi in area a due minuti dalla fine e, dopo la sconfitta, a una giornata dalla fine del campionato si trova ultimo in classifica. Marcolini mette in campo il solito 3-5-2 scegliendo Margiotta come spalla di Bruno in attacco. Rossitto risponde con un modulo speculare.

I padroni di casa provano a farsi sentire subito: al 4′ gran tiro di Bruno, Careri vola e con una splendida parata nega la gioia del gol all’attaccante deviando in angolo. Dalla bandierina parte Dalla Bona, Margiotta svetta di testa e non inquadra la porta per un soffio. I biancorossi continuano il pressing e al 13′ un tiro dal limite di Pavan termina di poco a lato. I neroverdi, tranquilli per i primi venti minuti, si svegliano al 22′ con una bella conclusione al volo di Bertolacci, Bonato è bravo a bloccare. Gli ospiti prendono coraggio e, davanti ai tanti tifosi arrivati al Menti, danno spettacolo. Prima con una punizione dai venti metri di Fortunato che scodella in area un pallone per la testa di Franchini che anticipa tutti, solo il palo salva Bonato. Poi è sempre Fortunato, su punizione, a mettere i brividi ai veneti con un tiro a giro che finisce di poco fuori (34′). Il Real trova la reazione nei minuti finali: al 41′ Ungaro conquista una punizione da posizione interessante, sulla palla va Margiotta ma il tiro potente viene respinto coi pugni da Careri.

Al rientro dagli spogliatoi è il Real a rendersi subito pericoloso con Margiotta che al 56′ stoppa di petto e crossa in area per Bruno che calcia malamente. I ramarri rispondono prima con Maccan che mette una bella palla in area per Franchini, Carlini è bravo a chiudere (58′), poi con Franchini, sempre servito da Maccan, lascia partire un destro a giro che si spegne sopra la traversa (61′). la partita è equilibrata con occasioni da entrambe le parti che non si concretizzano nel passaggio finale. Al 65′ Margiotta prova la conclusione da fuori area: tiro potente ma facile preda di Careri.

I biancorossi combattono molto a centrocampo dove Chiarello è bravo a far partire l’azione. Al 74′ il Pordenone sfiora il vantaggio: Maccan vede Franchini in area e lo serve, ma quest’ultimo, a tu per tu con Bonato, calcia alto e di divora il gol. L’episodio che può sbloccare la gara arriva all’88’ quando Ravasi viene spinto in area. Il Pordenone chiede il calcio di rigore ma per l’arbitro non ci sono gli estremi e lascia proseguire. E dopo il penalty negato per i ramarri arriva la doccia fredda all’ultimo minuto di una gara che sembrava destinata a finire a reti inviolate. Al 90′ Gomes entra in area e calcia, Careri respinge la conclusione dell’attaccante con i piedi ma sul pallone si avventa Cristini, lasciato libero dalla difesa neroverde, e pochi passi dalla porta calcia di piatto destro regalando al Real la vittoria che mancava da tempo e che fa bene a morale e classifica.

REAL VICENZA – PORDENONE 1 – 0

REAL VICENZA (3-5-2): Bonato; Quintavalla, Piccinni, Carlini; Chiarello, Cristini, Dalla Bona, Pavan, Ungaro (23′ st Lavagnoli); Bruno (21′ st Bardelloni), Margiotta (36′ st Gomes). A disp.: Tomei, Beccaro, Sandrini, Malagò. All. Marcolini

PORDENONE (3-5-2): Careri; Rosania, Ferrani, Ghinassi; Buratto (47′ st Gatto), Fortunato, Mettielig, Maracchi (26′ st Migliorini), Bertolucci; Maccan (35′ st Ravasi), Franchini. A disp.: Maniero, Salvatore, Placido, Simic. All. Rossitto

ARBITRO: Pelagatti di Arezzo

MARCATORI: st 45′ Cristini

NOTE: giornata piovosa, terreno in discrete condizioni. Spettatori 500 circa, incasso non comunicato. Ammoniti: Franchini, Maccan, Fortunato, Rosania (P), Margiotta, Bruno e Carlini (R.V.) per gioco scorretto. Angoli: 3-3. Recuperi: pt 0′, st 5′.

Monica Zoppelletto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *