Breaking News

Infermieri soddisfatti per la disponibilità di Ciambetti

“Credo sia necessario ricalibrare e precisare le previsioni della delibera 610/2014 con la quale si individuano i minuti al giorno di assistenza sanitaria dedicati dagli infermieri al singolo paziente. Serve più elasticità”. Così l’assessore al Bilancio della Regione Veneto Roberto Ciambetti ha sintetizzato gli esiti di una serie di approfondimenti fatti nelle ultime settimane nel territorio sulla realtà infermieristica. Ed il Nursind nel Veneto, per voce del segretario Andrea Gregori, esprime compiacimento per la posizione espressa da Ciambetti e l’analisi effettuata sul territorio.

Roberto Ciambetti
Roberto Ciambetti

“Prendiamo in seria considerazione – ha detto Gregori – la proposta di revisione della delibera, in virtù del fatto che l’assessore è poco incline ai facili proclami. Le considerazioni e le valutazioni fatte, nel merito e nel metodo dell’applicazione della delibera, denotano una conoscenza della problematica derivante dal continuo confronto con gli operatori nel campo della salute. Confronto più che mai necessario per un Assessorato che vede nella Sanità l’ottanta per cento della spesa regionale”.

Il Sindacato più rappresentativo delle professioni infermieristiche condivide pure le affermazioni che denotano nell’assessore Ciambetti un’indubbia sensibilità. “Ogni paziente – ha infatti aggiunto il segretario Nursind – è un caso a sé e, per quanto anche nella vita degli ospedali o dei presidi sanitari esista una certa routine, non c’è giorno uguale all’altro. L’individuazione di tempi minimi è importante per riuscire a definire standard qualitativi ottimali, ma occorre una certa elasticità”.

“Auspichiamo per il prossimo futuro – ha poi concluso Gregori – l’avvio di una collaborazione concreta con gli staff dirigenziali della Regione Veneto, per trovare una modalità condivisa di gestione del personale infermieristico che tenga conto degli esiti sui pazienti, piuttosto che valutare in quanto tempo un professionista debba svolgere le proprie prestazioni. Le dichiarazioni di oggi dell’assessore regionale al Bilancio, comunque, rappresentano per il Nursind del Veneto il primo importante passo di un percorso di condivisione e confronto di cui tutti gli infermieri veneti potranno beneficiare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *