Breaking News
Il cardinale Angelo Scola, arcivescovo di Milano
Il cardinale Angelo Scola, arcivescovo di Milano

Il cardinale Scola apre a Vicenza il Festival Biblico

La tradizionale Lectio magistralis inaugurale quest’anno sarà affidata all’arcivescovo di Milano, il cardinale Angelo Scola che, giovedì 28 maggio alle 21.00, nel Tempio di San Lorenzo aprirà la undicesima edizione del Festival Biblico a Vicenza. L’evento-dialogo parte dalla domanda-simbolo che accompagnerà tutta la rassegna: cosa nutre la vita? Possiamo occuparci tecnologicamente dei temi di Expo 2015 o possiamo cercare di rintracciare, nella custodia del creato, una coltivazione di ciò che ci rende ultimamente uomini, sospesi tra desiderio e felicità. L’ecologia umana, come dimostrerà questo incontro, si offre come cifra sintetica in grado di dire le frontiere della città, le sfide dell’ambiente, la domanda di senso nell’applicazione della tecnologia alla vita, con lo sguardo nel presente, ma soprattutto alle generazioni future.

Per l’occasione, durante la serata, sarà presentata in prima assoluta La ‘Cantata della Creazione’ scritta e composta per il Festival Biblico da Pierangelo Valtinoni ed eseguita da I Polifonici Vicentini e dall’Ensemble Musagète, diretti dal maestro Pierluigi Comparin. Dopo l’intenso progetto del 2014 con il maestro Jorge Bosso, il Festival Biblico torna dunque a produrre musica e ha il piacere di presentare l’esecuzione di una nuova composizione originale sul tema dell’edizione, “Custodire il Creato, coltivare l’Umano”. Pierangelo Valtinoni, musicista italiano eseguito e riconosciuto in teatri e sale da concerto a livello internazionale ha composto la ‘Cantata della Creazione’ ispirandosi ai Salmi 104, 131 e 145. Una composizione sacra divisa in tre parti della durata di venti minuti circa il cui linguaggio musicale evoca il desiderio di avvicinare il divino “irraggiungibile” raccontato dalla Bibbia all’essere umano, pieno di dubbi ed imperfezioni che lo spingono a ricercare continuamente il senso della propria esistenza.

Il giorno dell’esecuzione, sempre nel complesso monumentale di San Lorenzo, alle ore 18.00, una breve conversazione col compositore in residence, Pierangelo Valtinoni, e coi musicisti Mario Lanaro e Pierangelo Ruaro, sarà l’occasione per presentare l’opera e svolgere qualche riflessione sulla musica sacra moderna. Altri due eventi caratterizzeranno la giornata inaugurale del Festival. Alle 16.00 nella Chiesa di San Giuliano (Corso Padova, 57) i giovani del Centro Giovanile AsterTre Onlus e gli anziani ospiti delle residenze Salvi e San Camillo daranno vita alla performance teatrale collegata al progetto ecologico “I guardiani della terra”.

Nello spettacolo, che vede la partecipazione dell’Ensemble Vicenza Teatro le immagini sono quelle iniziali della vita nell’Eden. Il recupero dell’identità morale avviene attraverso la valorizzazione della figura di San Francesco, ambasciatore presso il Sultano. Infine, alle 18.30, all’Oratorio del Gonfalone, il biblista Alberto Vela e Francesco Gasparini, storico della Chiesa e direttore del Museo Diocesano di Vicenza, terranno un commento esegetico artistico alla Bibbia parlando dell’architettura della Creazione cosmica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *