Economia

Bilancio approvato anche da Ftv. 2014 positivo

Dopo Vi.Abilità un’altra società controllata dalla Provincia di Vicenza ha approvato il bilancio. Si tratta Ftv che, come è noto, gestiste il trasporto pubblico extraurbano su scala provinciale, particolarmente usato soprattutto dagli studenti. Un bilancio in utile per Ftv, per 140 mila euro, sebbene caratterizzato anche da tagli ai costi. L’approvazione del bilancio della controllata da parte della Provincia, che ne detiene il 97%, e dei 54 comuni vicentini, proprietari per il rimanente 3%, è stata anche l’occasione per analizzare lo stato di salute della società. “Ftv è una società sana – ha commentato il presidente della Provincia, Achille Variati, – che chiude il 2014 in attivo e dimostra con i numeri di essere pronta al percorso che porterà presto alla nascita di un unico gestore di tutto il trasporto pubblico locale vicentino, urbano ed extraurbano.”

Achille Variati
Achille Variati

“Siamo tra le poche partecipate d’Italia che non pesano sui bilanci pubblici – ha poi aggiunto l’amministratore unico di Ftv,  Romano Leonardi, – un dato che ci rende orgogliosi soprattutto perchè è merito di una gestione virtuosa e di sacrifici fatti, non rinunciando mai a garantire agli utenti un servizio di eccellenza. Una gestione che ha permesso, nel solo 2014, un risparmio di 1,6 milioni di euro sui costi della produzione”.

Tra le voci su cui si è risparmiato, specificano i vertici di Ftv, c’è “il gasolio, con tagli ai costi sulle spese per riscaldamento ed energia elettrica su cui grazie a nuove gare d’appalto si è riusciti ad ottenere prezzi più convenienti rispettivamente del 5,65% e del 24%. Grazie ad una gara congiunta con Aim Mobilità, anche la voce vestiario di servizio ha subito un decremento del 58%. Anche le spese postali sono diminuite del 37%, grazie a nuove modalità di comunicazione con l’utenza che privilegia la posta elettronica a scapito di quella cartacea. Anche le spese pubblicitarie sono fortemente diminuite (del 77%) grazie all’utilizzo di internet e dei social network per informare cittadini e utenti in merito alle iniziative della società”.

La società di trasporto pubblico ha anche ridotto il ricorso a servizi esterni, come è avvenuto ad esempio per la manutenzione dei pneumatici che è passata da una gestione esterna ad una interna, a cura del personale Ftv, con un risparmio sui costi del 96,5%. Grazie ad una gestione interna sono diminuite del 48,5% anche le spese per servizi effettuati da terzi: l’assunzione di personale con contratto a tempo determinato ha infatti permesso di diminuire la quantità di servizi subaffittati passando dai circa 90 mila chilometri del 2013 a 49mila del 2014. Leggeri aumenti hanno invece registrato le assicurazioni, le spese telefoniche e le prestazioni legali e professionali. Il motivo è legato soprattutto alla sicurezza. La strumentazione installata a bordo degli autobus, a disposizione degli autisti in caso di necessità, passa infatti per la linea telefonica, andando ad aumentare le relative spese. Le consulenze stesse sono legate a audit in materia di sicurezza e ambiente, mentre le spese legali sono aumentate a causa dell’incendio di un autobus.

“Una gestione – commenta Leonardi – che ci permette di offrire gli abbonamenti studenti meno costosi del Veneto, con un risparmio medio rispetto alle altre province del 10% a cui si è aggiunto un ulteriore sconto medio del 41% per gli studenti vicentini grazie al contributo della Provincia.” Rimane invariata la collaborazione con la Banca Popolare di Vicenza, che offre agevolazioni agli studenti per promuovere l’utilizzo del trasporto pubblico. Una formula destinata a fare da esempio anche per altre collaborazioni che Ftv ha in animo di stringere con altri istituti bancari. Confermate anche le agevolazioni tariffarie per gli over 60, la tessera di libera circolazione per gli over 70 e la tessera Oro, senza scadenza, per gli over 90, così come i servizi estivi di bici bus e la gratuità del servizio di trasporto nei giorni di Natale e della Vigilia.

Nonostante questo, il numero di viaggiatori nel 2014 è leggermente diminuito (-0,48%) a causa di una leggera flessione della popolazione scolastica superiore. Per lo stesso motivo è diminuito il numero degli abbonamenti, passati dai 19.243 del 2013 ai 18.891 del 2014. Sono leggermente diminuite anche le percorrenze complessive, che si attestano a poco più di 10 milioni di chilometri. Di questi, 90 mila sono dedicati a servizi aggiuntivi, primo fra tutti il collegamento dalla Valle dell’Agno e del Chiampo alle università di Padova e Verona.

“Un’ultima curiosità – conclude Leonardi – è data da fatto che, nel 2014, abbiamo incrementato il personale, che è passato da 277 a 291 unità, con assunzioni di autisti a tempo determinato avvenute a seguito di selezioni pubbliche. Di contro, sono diminuite le ore di assenza per malattia, che si attestano sul 2,55%, bene al di sotto della media dei dipendenti, sia pubblici che privati. Questo a testimoniare il senso di dovere e di responsabilità del personale, che desidero pubblicamente ringraziare. Quanto al futuro, anche Ftv è chiamata a tagli e contenimenti richiesti a tutte le società partecipate. Certo faremo la nostra parte, con l’obiettivo di preservare i livelli di qualità del servizio, ma è chiara a tutti l’ingiustizia di una normativa che chiede i medesimi sacrifici a chi finora ha ben gestito e a chi si è dato a spese pazze. Il primo taglio riguarda proprio i compensi dell’amministratore unico e del collegio dei sindaci: in ottemperanza alla normativa, nel 2015, il primo sarà tagliato del 20%, il secondo del 10%”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button