mercoledì , 20 Ottobre 2021

Arriva a Vicenza il Festival Biblico, ed entra nel vivo

Dopo le vivaci e partecipate esperienze vissute nelle varie città venete protagoniste, il Festival Biblico, iniziato nei giorni scorsi,  converge ora verso Vicenza, cuore e città madre della manifestazione. Sono molti infatti, come sempre del resto, gli appuntamenti e i protagonisti del Festival nella nostra città. Apre la manifestazione vicentina giovedì 28 maggio, alle 21, nel Tempio di San Lorenzo (Piazza San Lorenzo) la Lectio magistralis del cardinale ed arcivescovo di Milano, Angelo Scola, intervistato da Armando Torno, editorialista del Corriere della Sera. 

Il cardinale Angelo Scola
Il cardinale Angelo Scola

Custodire il creato, coltivare l’umano questo il contenuto di fondo del Festival Biblico di quest’anno, e che che sarà sviluppato anche nella inaugurazione di giovedì, con una domanda simbolo che accompagnerà tutta la rassegna: cosa nutre la vita?

“Possiamo occuparci tecnologicamente dei temi di Expo 2015 – riflettono in una nota gli organizzatori – o possiamo cercare di rintracciare, nella custodia del creato, una coltivazione di ciò che ci rende ultimamente uomini, sospesi tra desiderio e felicità. L’ecologia umana, come dimostrerà questo incontro, si offre come cifra sintetica in grado di dire le frontiere della città, le sfide dell’ambiente, la domanda di senso nell’applicazione della tecnologia alla vita, con lo sguardo nel presente, ma soprattutto alle generazioni future”. Per l’occasione, durante la serata, sarà presentata in prima assoluta ‘La Cantata della Creazione’ scritta e composta per il Festival Biblico da Pierangelo Valtinoni ed eseguita da I Polifonici Vicentini e dall’Ensemble Musagète, diretti dal maestro Pierluigi Comparin. L’appuntamento per questa prima musicale è alle 18, nella chiesa di San Lorenzo

Tra gli altri eventi degni di nota, quelli chiamati a sottolineare la collaborazione tra la chiesa cattolica e le chiese della Riforma. Da anni, infatti, è significativa la presenza attiva nel Festival Biblico della Chiesa Metodista di Vicenza, che fa parte dell’Unione delle Chiese metodiste e Valdesi in Italia, sia a livello di ideazione che di progettazione. Non mancherà poi, a Parco Querini, la Festa delle Famiglie del Festival Biblico, che si terrà sabato 30 maggio a partire dalle 10. Simbolo di protezione e custodia sarà l’ombrello, che diventerà anche una vera e propria opera d’arte. “Sotto un ombrello di colori! Io, tu, noi per proteggere il mondo e i suoi abitanti” è infatti lo slogan e il titolo di questa festa 2015 dove, adulti e bambini, potranno decorare un ombrello con colori e fantasia e portarlo a casa, dopo averlo aperto insieme a tutti i partecipanti in un fantasioso flash mob collettivo che chiuderà la giornata alle 18.

Da segnalare infine che, in attesa dell’inaugurazione ufficiale di giovedì, il Festival Biblico di Vicenza offre mercoledì 27 maggio, un appuntamento significativo sul tema Custodire il Creato, coltivare l’Umano promosso dalla Commissione diocesana stili di vita di Vicenza. “Scoasse: come custodire il creato tra rifiuti e legalità?”, alle 20.30, al Palazzo delle Opere Sociali a Vicenza, propone una seria riflessione e anche delle proposte per la tutela dell’ambiente e dell’uomo.

La serata offre infatti una triplice occasione: Gianni Belloni, giornalista e coordinatore dell’Osservatorio ‘Ambiente e Legalità’ di Legambiente veneto presenterà per la prima volta a Vicenza il dossier ‘Scoasse. Dossier su rifiuti e illegalità in Veneto’; Don Matteo Pasinato, coordinatore dell’equipe Stili di Vita della Diocesi di Vicenza presenterà la mostra fotografica ‘Io vivo con stile’ stimolando un dialogo sulle alternative per uno stile di vita che sostenga e tuteli l’ambiente e l’uomo; Lucia Barbiero della Cooperativa Insieme illustrerà infine, raccontando l’esperienza della cooperativa, come le buone prassi non solo siano pensabili ma attuabili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità