Senza categoria

Castelgomberto, Villa da Schio apre al pubblico

Quello di questi giorni, a Villa da Schio di Castelgomberto, è un weekend all’insegna della buona tavola, con la possibilità di visitare la mostra mercato di prodotti tipici, di assistere a esposizioni artistiche e culinarie, di prendere parte a incontri a tema e di fare visite guidate nel parco settecentesco e nel giardino all’italiana. L’evento è inserito nell’iniziativa “Aprile in Villa”, che coinvolge realtà in grado di promuovere il territorio in una sinergia che mette in evidenza l’elemento architettonico e allo stesso tempo invita al consumo del prodotto tipico locale.

«Lo spirito dell’iniziativa – commenta Giovanni da Schio – è quello di mettere a disposizione di tutti le attrattive della struttura, una villa veneta a tutti gli effetti. Il complesso era stato concepito non solo come una residenza fine a se stessa, ma come un’unità produttiva, un centro di attività che ora non può essere vissuto come un tempo. La gestione di questa dimora è estremamente onerosa e, per evitare un’implosione nel privato, ho deciso di farla rivivere con manifestazioni legate al turismo, ho voluto aprire le porte al pubblico grazie alla sinergia con l’amministrazione comunale». Da Schio è stato all’estero per molti anni e ha notato come gli stranieri sappiano valorizzare in maniera ottimale le loro risorse, a differenza dell’Italia che non è in grado di rendere merito alla bellezza che possiede. Conclude poi: «Mi piacerebbe che questo discorso fosse funzionale alla creazione di un network specifico alla promozione del territorio».

Lorenzo Dal Toso, sindaco di Castelgomberto, ammette che l’amministrazione fino a una decina di anni prima perseguiva solo strade in grado di portare maggiori redditi. «È da poco che il Comune sta ritrovando il turismo come aggregatore, si sta cercando di far conoscere i prodotti tipici e le realtà storico culturali attraverso varie iniziative. Nel mirino ci saranno non solo gli italiani che dovranno stupirsi delle nostre bellezze, ma anche gli stranieri che troveranno per questo più di un motivo per venirci a trovare. Noi garantiamo la nostra collaborazione».

Secondo il vicesindaco e assessore alla cultura di Castelgomberto, Giuliano de Franceschi, la cultura è un po’ una Cenerentola, ma la tendenza può essere invertita. «Mi sono arrivate parecchie richieste di informazioni – commenta – per sapere quando e come visitare la villa, la gente è realmente interessata. Una buona promozione potrebbe rappresentare un volano incredibile, ogni pietra porta con sé una storia incredibile».

Il turismo comincia dunque a prendere piede, il prodotto architettonico si sposa con quello tipico. «La nostra realtà territoriale è un po’ chiusa – ha aggiunto Gabriele Vencato, assessore al turismo – stiamo facendo di tutto per promuovere iniziative anche sovracomunali come la strada del vino della valle del Chiampo. La prima cosa da fare è abbattere una serie di barriere e offrire al pubblico qualcosa di nuovo ma anche radicato nel territorio. La villa fino ad oggi è sempre rimasta privata, ora vogliamo rivalorizzarla con manifestazioni di interesse pubblico». Sono stati anche chiesti sgravi fiscali per chi possiede di bellezze condivisibili come ville di questo tipo, ma i tempi di approvazione sono ancora molto lunghi.

Al programma di questa due giorni, sabato e  domenica, collaborano diverse attività locali tutte legate al tema del cibo, della tavola e della cucina. Negli ampi porticati del cortile centrale infatti saranno ospitate realtà produttive e commerciali del settore food e professionisti della ristorazione, si potranno ammirare, assaggiare e acquistare sfiziosità tipiche del territorio, dal pane al vino, dall’olio ai formaggi, ma anche prodotti del commercio equo e solidale. L’ingresso costa 3 euro per la mostra nel cortile centrale, 5 con inclusa la visita guidata del parco ed è gratuito per i bambini fino a dieci anni e per i disabili. Per maggiori informazioni consultare il sito www.aprileinvilla.it.

Camilla Bottin

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button