Gli oggetti e la droga trovati addosso all'albanese

Vicenza, pizzicato con la cocaina in tasca

Girava per Vicenza con parecchi grammi di droga che avrebbe provveduto a piazzare sul mercato, ottenendo ricavi non da poco, ma è stato bloccato dai militari dell’Arma e arrestato in flagranza di reato. In manette, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, è finito Indrit Karaj, 24enne albanese, irregolare e con precedenti.

Indrit Karaj
Indrit Karaj

Il giovane è stato bloccato e durante la perquisizione è stato trovato in possesso di 14 involucri contenenti 28 grammi di cocaina, 175 euro derivanti dall’attività di spaccio e tre cellulari. Il tunisino è stato fermato e perquisito dai carabinieri ieri pomeriggio, a Borgo Casale, nel corso di un servizio al quale ha collaborato anche il personale del quarto BattaglioneVeneto. Per lui si sono aperte le porte del carcere di Vicenza.

Nello stesso contesto i militari dell’Arma, durante un pattugliamento in via Cattane, sempre a Vicenza, hanno denunciato per inosservanza del divieto di ritorno nel comune di Vicenza per tre anni, una coppia di rumeni, in Italia senza fissa dimora e con precedenti: si tratta di un 38enne e di una 30enne. I due sono stati sorpresi in città nonostante fossero colpiti dal divieto, imposto dal Questore, di mettere piede a Vicenza per tre anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità