Vicenza e provincia cronaca

Altavilla Vicentina, razzia nel negozio sportivo –

Ammonta a quarantamila euro il danno subito dal negozio sportivo “La Campionessa”, di viale della Stazione, ad Altavilla Vicentina. Il furto è stato messo a segno nella notte tra mercoledì e giovedì. I ladri hanno fatto razzia di maglie delle principali squadre di calcio italiane ed europee. I malviventi sono penetrati nel negozio attraverso l’azienda confinante e poi hanno segato le inferriate di una finestra. Hanno portato via soprattutto maglie delle squadre italiane, Milan, Inter, Juventus, ma anche alcune di quelle europee, come Barcellona e Real Madrid, senza tralasciare quelle del Vicenza. Rubati anche orologi col logo delle squadre di calcio e il registratore di cassa con 500 euro in contanti, trovato vuoto nel piazzale dell’azienda vicina. Accanto al registratore è stata rinvenuta una bottiglia di prosecco, con cui i malviventi probabilmente hanno festeggiato il successo del colpo andato a buon fine. Per fuggire la banda ha usato due auto della Finco, la ditta vicina. A denunciare il furto ai carabinieri è stato il titolare de “La Campionessa”, Giovanni Castaman, di Trissino.

Vicenza, ruba all’ospedale. Denunciata una vicentina 

Si aggirava all’interno dell’ospedale San Bortolo di Vicenza per rubare ai pazienti ma è stata individuata e denunciata per furto aggravato e continuato dai poliziotti dell’ospedale. Si tratta di una 30enne vicentina, già nota alle forze dell’ordine, residente in città e seguita dai servizi sociali. La donna avrebbe colpito due volte, nei giorni scorsi, al nosocomio. I suoi movimenti sono stati ripresi dalle telecamere di videosorveglianza. Il primo colpo è avvenuto al pronto soccorso: la 30enne, fingendo di essere in attesa, ha sfilato il portafoglio dalla borsa di una vicentina di 45 anni. Poi, una volta uscita, è andata a Parco Querini dove ha gettato il portafoglio che conteneva pochi soldi. Non contenta è rientrata al San Bortolo e si è diretta negli ambulatori di ortopedia dove, fingendo di essere chiamata per una visita, ha rubato la borsa di una badante ucraina di 59 anni, lasciata incustodita per accompagnare l’anziana di cui si occupa in bagno. Il bottino, in questo caso, è stato consistente: 300 euro in contanti, due anelli d’oro e un cellulare, oltre a documenti e carte di credito.

Vicenza, arrestato autore di furti al parcheggio del San Bortolo

Pochi giorni fa era stato individuato e denunciato dalla polizia dell’ospedale per aver commesso dei furti nel parcheggio del San Bortolo, ieri è scattato l’arresto. In manette Marco Cambriani, 42 anni, residente in città, noto alle forze dell’ordine e seguito dai servizi sociali. L’uomo era stato bloccato con la refurtiva: autoradio, hard disk, cellulare, chiavette usb e arnesi da scasso, rubata dalle auto in sosta al parcheggio di contrà San Francesco. Cambriani si era reso responsabile anche di un furto al park di San Biagio.

Vicenza, rubano zafferano e tonno

Forse avevano intenzione di fare una cena con parecchi invitati i due rumeni sorpresi a rubare al supermercato “Emisfero” del centro commerciale “Palladio”, a Vicenza. I due uomini, di 36 e 39 anni, alle 14.50 di ieri sono stati notati mentre si aggiravano tra gli scaffali con fare sospetto appartandosi poi in una zona poco frequentata. Gli addetti alla sorveglianza non li hanno persi di vista e, mentre uno è uscito passando dalla cassa senza acquisti, l’altro ha pagato un oggetto in una della casse self service ma è stato bloccato e trattenuto negli uffici fino all’arrivo dei poliziotti. Gli agenti delle volanti lo hanno invitato a tirare fuori la refurtiva così il rumeno ha consegnato zafferano e scatolette di tonno che aveva nascosto in una panciera, per un valore rispettivamente di 96 euro e 247 euro. I due sono stati denunciati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità