Vicenza e provincia cronaca

Vicenza, pagano con assegno scoperto –

Aveva eseguito dei lavori di giardinaggio ed era stato pagato con un assegno risultato scoperto. È quanto successo il 20 agosto dell’anno scorso ad un 28enne che si è rivolto ai carabinieri della stazione di Camisano Vicentino per sporgere denuncia. I militari, alla fine delle indagini, hanno denunciato per truffa aggravata in concorso e falsità ideologica due persone residenti a Torri di Quartesolo e rispettivamente di 48 e 22 anni. I due, dopo aver fatto lavorare il 28enne nel giardino della loro abitazione, lo avevano pagato con un assegno di 700 euro non coperto.

Schio, furto in auto

Aveva rubato da un’auto in sosta un cellulare “One plus one” del valore di 340 euro e ora, al termine delle indagini dei carabinieri di Piovene Rocchette, è stato denunciato. Si tratta di un 54enne di Mestre, con precedenti, che il 2 novembre dell’anno scorso ha commesso il furto ai danni di un 21enne di Santorso. Il giovane aveva parcheggiato l’auto alla stazione dei treni di Marghera e quando era tornato a prenderla aveva trovato la brutta sorpresa.

Vicenza, ubriachi chiamano la Polizia

Erano molto ubriachi, ma nonostante questo hanno chiamato il 113 per riferire che avevano litigato con alcuni avventori del locale dove avevano passato la serata. È successo domenica notte, all’1.30 al bar Maracaibo, in strada statale verso Padova, a Vicenza. Due uomini, un vicentino di 40 anni e un coetaneo di Padova hanno alzato parecchio il gomito e hanno chiamato la Polizia di Stato. Per gli agenti delle volanti non è stato facile calmare i due e capire quello che era successo: da quello che sembra avrebbero avuto una discussione violenta con altri clienti del bar. I poliziotti hanno controllato il locale, gestito da cinesi, e denunciato la barista, una 27enne cinese, per aver servito alcool a persone già ubriache. I due uomini sono stati sanzionati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *