venerdì , 26 Febbraio 2021

Vicenza e provincia cronaca

Vicenza, minaccia un ristoratore con un coltello –

Attimi di tensione e paura ieri sera a Vicenza, al ristorante Julien, in contrà Cabianca. All’ora di punta, poco dopo le 20, con il locale che era pieno, è arrivato un uomo, un marocchino noto alle forze dell’ordine, che ha chiesto da bere, già ubriaco e con fare molesto. Il gestore lo ha invitato a lasciare il locale, ma lo straniero per tutta risposta lo ha minacciato di morte e ha estratto un coltello con una lama di 6 centimetri, cercando di colpirlo all’addome. Tra i clienti c’erano quattro agenti della polizia penitenziaria di Vicenza che, assistendo alla scena, si sono precipitati a disarmare l’uomo riuscendo a bloccarlo. Il marocchino di 45 anni è stato denunciato per minacce aggravate e porto abusivo di oggetti atti ad offendere. Sul posto la Polizia di Stato.

Vicenza, beve troppo e inizia una rissa

In sua difesa il padre, che è andato a recuperarlo in Questura, ha detto che a causa di uno scompenso, appena il figlio beve alcolici perde la testa. Questo perché alle 2.10 un 30enne è andato nel locale “Holiday Vicenza”, in viale San Lazzaro, con la fidanzata e delle amiche. Qui ha incontrato un gruppo di ragazzi di Caldogno e, senza un apparente motivo, si è scagliato contro uno di loro strappandogli la maglia. Nella lite sono volate sberle e pugni e il 30enne ne è uscito con alcune lesioni al capo e all’occhio sinistro. Il responsabile del locale ha cercato di sedare la rissa ma l’uomo ha iniziato a minacciarlo. Nel frattempo era stato allertato il 113 e quando sul posto sono arrivati gli agenti delle volanti hanno ricevuto, a loro volta, minacce. Una volta bloccato e portato negli uffici di viale Mazzini il 30enne non voleva andare a casa così è stato chiamato il padre. Per il giovane è scattata una denuncia per ubriachezza molesta, oltre alla una furiosa lite con la fidanzata che non la perdonato per il suo comportamento scorretto.

Vicenza, continua l’operazione “Tantalo”

L’operazione “Tantalo” prosegue e anche ieri sera sono stati controllati bar e locali di San Lazzaro e Santa Bertilla, oltre a varie persone. I controlli sono stati eseguiti anche nella zona di Creazzo dove sono state fermate dieci prostitute: 9 rumene e 2 ucraine, di età compresa tra i 30 e i 20 anni. Tre di loro non erano mai state fotosegnalate e sono perciò nuove. Due clienti sono stati multati perché sorpresi a contrattare e far salire in auto le prostitute. Si tratta di due vicentini di 50 e 48 anni. Uno di loro ha detto di aver litigato con la moglie e di volersi divertire un po’, mentre l’altro, trovato con due signorine, voleva invece “rilassarsi dopo una giornata di lavoro pesante”. Al bar “Myway” è stato invece segnalato un albanese, in quanto avendo obbligo di dimora dalle 22 alle 7 e il divieto di frequentare persone con precedenti, è stato trovato dagli agenti, alle 21, in compagnia di cinque connazionali volti noti alle forze dell’ordine.

Vicenza, furti in città

Ladri in azione al bar “Carpe Diem”, in via Quasimodo, a Vicenza. I malviventi, dopo essere entrati dal retro del locale, hanno rubato alcune bottiglie e i soldi contenuti nelle slot machine e nel cambiamonete. Ladri anche all’asilo “Tata Cicogna”, in via Puccini, in città. Ignoti, nella notte tra giovedì e venerdì, sono penetrati nella scuola rovistando negli uffici ma senza portare via nulla. È già la seconda volta, in due settimane, che i ladri si intrufolano nell’asilo. In questo caso è stata trovata a terra una banconota dell’Arabia Saudita. In entrambi i casi è intervenuta la Polizia di Stato.

Villaverla, esce di strada. Ubriaco e senza assicurazione

moto-incidenteHa perso il controllo della sua Yamaha R6, è andato ad urtare contro la segnaletica stradale per poi finire la sua corsa sopra la rotatoria. È quanto successo poco dopo mezzanotte in via Roma, a Villaverla, ad un 27enne moldavo residente a Vicenza. Il giovane, giunto all’altezza di via Grassure ha perso il controllo della moto. Sul posto sono arrivati i sanitari del Suem che lo hanno trasportato all’ospedale di Santorso dove è stato ricoverato per fratture a tibia e perone, prognosi di 20 giorni. Gli accertamenti hanno permesso di scoprire che la moto non era assicurata, perciò il moldavo è stato sanzionato con una multa di 848 euro. Il 27enne è risultato inoltre positivo all’alocl test: aveva un tasso alcolico pari a 1,18 g/l. Per questo è stato denunciato e la patente gli è stata ritirata. Il mezzo è stato sequestrato. Dei rilievi si è occupata la polizia locale nordest vicentino.

Longare, compra mobile antico ma non paga

Era riuscita ad acquistare un mobile di pregio del diciassettesimo secolo, del valore di 26 mila euro, ma dopo averlo ricevuto non ha pagato la somma dovuta. Per questo motivo una 40enne di Longare è stata denunciata per insolvenza fraudolenta. A denunciare il fatto ai carabinieri era stata la vittima che, dopo aver sollecitato più volte la 40enne a pagare, non avrebbe mai ricevuto i soldi. Il mobile è stato recuperato e sottoposto a sequestro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità