Tribunale, cercasi sicurezza dopo i fatti di Milano

I tragici fatti dei giorni scorsi, al Tribunale di Milano, preoccupano molto gli addetti ai lavori negli uffici giudiziari, e non si vede come potrebbe essere altrimenti dopo aver visto che un uomo è entrato indisturbato, con una pistola in tasca, in uno dei principali tribunali italiani per uccidervi tre persone e riuscire perfino a scappare, anche se per poco. Non poteva insomma mancare una reazione, un motio di rigetto da parte di chi nelle aule di giustizia lavora ogni giorno, e Vicenza non poteva a sua volta fare eccezione.

E così, domani, giovedì 16 aprile, vi saranno due assemblee dei lavoratori del tribunale berico aderenti a Cgil, Cisl e Uil, il cui tema sarà proprio la sicurezza negli Uffici giudiziari. Si terranno dalle 10 alle 13, ed altrettanto si farà in contemporanea in tutti gli uffici giudiziari d’Italia, e serviranno a mettere a punto un documento con linee guida e standard di sicurezza che sarà poi presentato al Ministro della Giustizia. L’iniziativa è stata organizzata dal settore Funzione pubblica dei tre sindacati Cgil Cisl e Uil.

“Quelli che si sono verificati a Milano – si legge in una nota congiunta in proposito di Cgil, Cisl e Uil – sono fatti sconcertanti che non devono ripetersi mai più, ed impongono a tutti una riflessione sulla sicurezza negli uffici giudiziari. Ma stigmatizzare eventi drammatici che hanno scosso l’intero paese non basta. Bisogna impedire che tragedie come queste possano ripetersi. I lavoratori della Giustizia sanno bene che molte regole e procedure vanno riviste per garantire sicurezza ai cittadini e a tutti gli operatori. Le assemblee in tutti gli uffici dovranno servire proprio ad individuare le carenze, evidenziare i pericoli e trovare soluzioni concrete. Su questi temi non si può sorvolare. La sicurezza sul lavoro è un diritto che dobbiamo garantire con l’impegno di tutti: istituzioni, amministratori, lavoratori”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità