domenica , 12 Settembre 2021

Sesso sul web, ricattato 45enne vicentino

Ennesima truffa a sfondo sessuale sul web. Questa volta i protagonisti sono un vicentino di 45 anni, la vittima, e una donna avvenente. I due si conoscono su internet, poi passano su Skype, per continuare una conversazione che si fa sempre più piccante al punto che lui si esibisce, nudo, in atteggiamenti inequivocabili. Dopo qualche minuto di divertimento il 45enne si accorge che l’immagine della donna è scomparsa ed al suo posto vede se stesso registrato.

La comunicazione viene chiusa immediatamente, ma pochi minuti più tardi arriva una mail nella quale gli viene chiesto di pagare 2 mila 500 euro per evitare la pubblicazione delle immagini. L’uomo, impaurito, corre a pagare un acconto di 200 euro tramite Western Union, a favore di un conto corrente della Costa D’Avorio. Poco dopo arriva una seconda mail da un presunto agente della polizia di youtube che gli riferisce che le immagini sarebbero state ricercate e rimosse. La vittima del ricatto si rassicura, ma la storia non finisce qui.

Il presunto agente lo contatta nuovamente chiedendogli di pagare mille euro perché l’operazione non era andata a buon fine e per procedere alla rimozione servivano quei soldi. E solo a questo punto il vicentino decide di rivolgersi alla Polizia di Stato per denunciare il fatto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità