Schio e dintorni

Schio, colori di primavera sull’altopiano del Tretto

Se quello di Asiago è considerato l’altopiano delle meraviglie, Schio non è da meno e punta molto sul proprio altopiano. A dire il vero, non sono in molti, tra i non scledensi, a sapere che sopra Schio, ad un’altitudine che raggiunge i 900 metri, ci sia un altopiano vero e proprio, il Tretto. Una vasta area composta da quattro frazioni, settanta contrade e cinque valli, collegate tra loro da molti sentieri e camminamenti e ad un passo dal Trentino.

Tretto 2Così, un po’ per fini turistici e un po’ per esigenze di aggiornamento, il Comune ha lanciato in questi giorni un’iniziativa di conoscenza del territorio destinata a chi ama camminare sui sentieri della pedemontana scledense, immergendosi nella natura e nelle sue bellezze quasi incontaminate. Si tratta della nuova cartoguida sui sentieri del Tretto che arriva a integrare la prima di carattere generale, realizzata due anni fa. Un nuovo strumento di promozione turistica che descrive con maggior dettaglio i sentieri e due anelli per ciascuna delle quattro località dell’area: S. Maria, S. Caterina, S. Ulderico e S. Rocco, immortalate dall’obiettivo del fotografo Marco Adriani.

Ogni sentiero ha un codice, corrispondente alle iniziali del luogo (SC per Santa Caterina, SU per San Ulderico) seguito dal numero 1 o 2. Un lavoro che il Comune ha fatto insieme al consiglio di quartiere, alla cooperativa Ecotopia e ad un gruppo di volontari del luogo che hanno allestito i sentieri e che si occuperanno della loro manutenzione. Secondo il sindaco Valter Orsi questa iniziativa è preziosa per far conoscere e apprezzare una porzione del territorio che è di grande bellezza paesaggistica. Il valore aggiunto di questo progetto è che è nato e proseguirà grazie all’impegno congiunto dei tanti soggetti che hanno collaborato e che hanno ora ancora più motivi per continuare.

Tretto 3“L’altopiano del Tretto è un luogo che ha un’attrattiva potenziale per molti appassionati, non solo locali – dice l’assessore al turismo e alla montagna Anna Donà – e soddisfa sia le esigenze di chi vuole fare due passi all’aria aperta sia di chi vuole impegnarsi in tragitti più lunghi, potendo raggiungere il Monte Novegno, il Priaforà e le altre montagne circostanti”.

Agli otto percorsi sono abbinate altrettante camminate semplici e percorribili tutto l’anno, che vengono proposte in questo periodo con una guida. Dopo le prime due a S. Caterina, il 26 aprile è in programma S. Rocco, il 10 maggio S. Maria e il 2 giugno S. Ulderico, ognuna con due turni alle 9.30 e 14.30. La partecipazione è gratuita e senza prenotazione. Info: Ecotopia tel 0445 641606.

Per la cronaca, ricordiamo che al Tretto sta nascendo il primo ecovillaggio del Vicentino, un progetto che riunisce diversi attori sociali dell’area altovicentina per costruire un’esperienza comunitaria sul tipo di altre già presenti in alcune regioni d’Italia e soprattutto all’estero.

Alessandro Scandale

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button