mercoledì , 5 Maggio 2021

Provincia, ridotte le società partecipate da 14 a 4

Cura dimagrante anche per le società partecipate della Provincia di Vicenza, che passeranno da 14 a 4.  Dopo il Comune di Vicenzala Provincia ha stabilito infatti un piano per ridurre le partecipazioni, così come richiesto nell’ultima Legge di Stabilità, che passerà mercoledì 15 al vaglio del Consiglio provinciale. Per risanare Palazzo Nievo si prevede, quindi, di salvare solo 4 partecipazioni: Ftv, Veneto Strade, Vi.abilità e Fiera. Saranno, invece, messe in liquidità le altre società partecipate o ne verranno cedute le quote. Tra le cessioni di maggior peso, quella delle quote possedute in A4 holding. Il criterio seguito dal presidente Achille Variati è chiaro: “manteniamo solo le partecipazioni che hanno il senso di servizio pubblico: un ente pubblico non deve avere partecipazioni di stampo imprenditoriale”.

Achille Variati
Achille Variati

Rimane di sicuro, dunque, la partecipazione della Provincia solo in quattro società. Anche in questi casi sono previsti però dei cambiamenti, riassumibili in una sola parola: aggregazioni. Tra i gestori del trasporto pubblico locale, Ftv e la partecipata del Comune Aim (fusione da avviare entro il 2015), e tra quelli delle strade provinciali, Veneto Strade e Vi.abilità. Il destino di quest’ultima sarà infatti quello di essere riassorbita da Veneto Strade; mentre per adesso viene confermato il piano di contenimento di 1 milione di euro del costo del personale sul quale, assicura Variati, è stato trovato ieri un accordo con le sigle sindacali. Del tutto o in parte verranno, invece, cedute le quote nella Fiera (valore 20 milioni), ma solo dopo l’avvenuta aggregazione con quella di Verona. “A quel punto – ha spiegato Variati – le quote della Fiera, che sarà diventata il secondo polo fieristico italiano dopo Milano, saranno appetibili ai privati e il ruolo prevalente dell’ente pubblico non avrà più senso”.

Variati, da sindaco, ha già proceduto alla vendita delle quote del Comune di A4 Holding. Lo stesso verrà fatto quindi per quelle detenute dalla Provincia, che hanno un valore non inferiore ai 50 milioni. “Il periodo – ha precisato Variati – non è favorevole alla vendita ma la partecipazione in A4 Holding non è assolutamente strategica quindi procederemo cercando però di non svendere le quote”. Stesso destino, la cessione, anche per le quote nelle società aeroporto Valerio Catullo di Verona e Interporto di Rovigo. Le partecipate Aeroporti Vicentini Magazzini generali, Cis e College Valmarana Morisini saranno invece liquidate.

Rimangono, poi, quelle partecipazioni in società che si occupano di funzioni delegate dalla Regione. Le decisioni su queste, tra le quali Vi.assiste che si occupa dell’assistenza scolastica a disabili sensoriali, sono rinviate alla fine dell’anno. “Aspettiamo – ha detto Variati – che la Regione dica cosa vuole fare su queste funzioni, che abbiamo ancora in carico anche se non spettano alla Provincia. Su questo, io e gli altri presidenti delle province venete, invitiamo ad un incontro di confronto tutti i candidati governatori del Veneto”.

Martina Lucchin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità