Veneto

Profughi, Toniolo: “Pacificare l’Africa unica soluzione”

“Sono con l’Anci Veneto: i sindaci veneti e vicentini non ce la fanno più a esaudire le richieste delle prefetture per ospitare nuovi profughi. Gli amministratori locali in questi tempi caratterizzati da tagli ai trasferimenti dallo Stato e dal Patto di stabilità si trovano in gravi difficoltà, come il buon padre di famiglia che ha il conto corrente in rosso e che, appena arrivano due soldi, deve spenderli per tenere in piedi i servizi essenziali per i propri figli”.

Costantino Toniolo
Costantino Toniolo

Sono parole del consigliere regionale del Nuovo centro destra Costantino Toniolo, che prede posizione sul problema dei profughi, reso ancora più evidente nella sua drammaticità dai tragici avvenimenti di questi giorni. “Ha ragione la vicepresidente di Anci Veneto, Elisa Venturini – continua Toniolo-, vanno cambiante le politiche nazionali europee e internazionali verso i paesi di provenienza dei profughi, paesi in guerra di Medio oriente e Africa, o verso quei paesi dove prosperano i trafficanti di esseri umani, come la Libia”.

Secondo il consigliere regionale questa emergenza non può essere gestita solo sul nostro territorio ma occorre una maggior presenza dell’Europa. “Ma il problema di fondo – ha poi messo in rilievo Toniolo – è quello che sottolinea il vescovo di Vicenza, Beniamino Pizziol, secondo il quale bisogna evitare che queste persone siano costrette a fuggire dai paesi d’origine alla ricerca di un’esistenza dignitosa. Ci vogliono quindi politiche internazionali volte a creare condizioni di giustizia e solidarietà, che passino per un mondo pacificato e per la cooperazione internazionale. Solo così si potranno evitare queste tremende tragedie del mare”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button