Breaking News

Marostica, nuova bandiera arancione dal Touring Club

La bandiera arancione del Touring Club Italiano sventolerà su Marostica anche nei prossimi anni. Il riconoscimento, che premia le località dell’entroterra che si distinguono per l’offerta turistica di qualità, è stato consegnato nei giorni agli amministratori comunali di Marostica, e l’assessore regionale al turismo, Marino Finozzi, ha tenuto a battesimo la bandiera nell’ambito del Pedemontana Expo di Bassano del Grappa. Il Touring Club assegna la bandiera arancione sulla base di vari criteri, tra i quali la valorizzazione del patrimonio culturale, la tutela dell’ambiente, la cultura dell’ospitalità, l’accesso e la fruibilità delle risorse, la qualità della ricettività, della ristorazione e dei prodotti tipici. 
Il marchio è temporaneo, vale per tre anni, ed è subordinato al mantenimento dei requisiti nel tempo.

“Siamo orgogliosi – ha commentato l’assessore al turismo del Comune di Marostica, Simone Mattesco, – che il Touring Club ci abbia confermato questo ambìto riconoscimento. Sono decine i Comuni che lo richiedono, ma i criteri di assegnazione sono rigidi e pochissimi i nuovi ingressi. Anche il mantenimento di questo marchio di qualità non è automatico, anzi. Alla scadenza triennale è necessario predisporre una richiesta nella quale si esplicitano gli interventi fatti e quelli da predisporre per garantire l’alta qualità nell’offerta turistica. Il Touring Club verifica i requisiti e rilascia una scheda di suggerimenti che verificherà alla scadenza triennale.” Sono 209 sono che hanno la Bandiera Arancione in Italia, e 9 quelle venete. Marostica è l’unica vicentina.

“Questo riconoscimento – ha aggiunto l’assessore – è per noi una spinta a continuare sulla strada che abbiamo iniziato due anni or sono. Continueremo ad investire sul turismo slow, quello dei sentieri e delle passeggiate sulle nostre colline e lavoreremo con rinnovato impegno in ambito storico culturale, con eventi sempre più curati e l’apertura di nuovi tratti del camminamento di ronda. Ci impegneremo per valorizzare i nostri prodotti tipici, artigianali ed enogastronomici, e insisteremo nel nuovo modo di comunicare che abbiamo introdotto. Non mancheranno poi concerti e spettacoli di rilievo, che ci aiuteranno a farci conoscere fuori dai confini regionali e nazionali. Altro importante lavoro avviato è rendere Marostica accessibile a tutti. Da poco è nato, grazie al supporto della Regione Veneto, il progetto Marosticabile che, guidato dall’assessore Sergio Fantin, lavora per migliorare la fruibilità della città per i diversamente abili, siano essi turisti o cittadini marosticensi.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *