Fatte le nomine nel Consorzio di bonifica APV

Con la recente elezione dei rappresentanti in seno al Consorzio di bonifica di secondo grado Lessinio Euganeo Berico, e la costituzione delle commissioni interne, il Consorzio di bonifica Alta Pianura Veneta è pienamente operativo nel territorio. Si tratta di un momento importante per la democrazia dell’ente, che governa un territorio di 172 ettari che fa capo a 98 comuni di tre provincie diverse, ovvero Vicenza, Verona e Padova. Consorzio che gestisce 2.800 km di rete idraulica di bonifica, di cui oltre 1.200 km con funzioni miste di scolo ed irrigazione; 21 impianti idrovori di sollevamento con una potenzialità totale di oltre 60 metri cubi al secondo; 68 impianti a servizio dell’irrigazione tra cui 19 pozzi di prelievo e 49 tra impianti di sollevamento e rilancio; 39.182 ettari serviti da irrigazione di cui: 3.382 con impianti a pioggia ed a goccia; 1.597 irrigati a scorrimento e 34.210 serviti da irrigazione di soccorso.

“È stato fatto un grande lavoro finalizzato al governo coscienzioso del territorio – ha commentato il presidente del Consorzio, Silvio Parise – ed a testimoniarlo è anche il fatto che una delle Commissioni, quella per la bonifica, è stata affidata a Francesco Cavazza, eletto nelle fila della minoranza. Questo rappresenta in modo chiaro la volontà della Presidenza del Consorzio di valutare le persone per le proprie attitudini e competenze, per il bene delle comunità e del territorio di cui siamo chiamati a prenderci cura”.

I due rappresentanti eletti in seno al Consorzio di secondo grado Lessinio Euganeo Berico sono Luciano Zampicinini (Soave – VR) e Pierangelo Casanova (Colognola ai Colli – VR) ai quali si affianca il sindaco del comune di Lavagno (VR) Simone Albi. Sempre nell’assemblea del 26 marzo scorso, inoltre, il Consorzio di bonifica Alta Pianura Veneta ha costituito le cinque Commissioni: bilancio, irrigazione, bonifica, opere ed energie rinnovabili, nominando i relativi componenti: Luca Piccotin, Giovanni Barco e Domenico Bisognin (Commissione bilancio), Stefano Berton, Carlo Berno e Matteo Piubello (Commissione irrigazione), Francesco Cavazza, Gio Batta Dall’Osto e Sergio Lonardi (Commissione bonifica), Gustavo De Munari, Pierangelo Casanova e Claudio Baldini (Commissione opere), Alessandro Giacomuzzo, Paolo Menapace e Diego Schiavo (Commissione energie rinnovabili).

“I presidenti delle Commissioni durano in carica fino alla scadenza del mandato consortile – ha aggiunto Parise – e partecipano ai Consigli del Cda per la massima trasparenza ed il massimo coinvolgimento di tutti. Inoltre, presenteranno al CdA le problematiche specifiche e faranno da cassa di risonanza nei confronti dei componenti delle Commissioni circa i lavori del CdA stesso”. Importanti compiti di rappresentanza sono stati attribuiti a Giovanni Barco (Trissino – VI), Paolo Menapace (Soave – VR) e Renzo Ceron (Nanto – VI – rappresentante della Regione), che si occuperanno dei rapporti con il mondo della Scuola e della Comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità