giovedì , 25 Febbraio 2021

Veneto, arriva “Chronicae”, il festival del romanzo storico

Dal 16 al 19 aprile a Piove di Sacco, in provincia di Padova, si terrà “Chronicae”, il primo Festival Internazionale italiano dedicato al Romanzo Storico. L’evento, il cui titolo s’ispira ai racconti dei clerici vagantes, è nato grazie a un’osservazione attenta della realtà italiana da parte dell’associazione Sugarpulp. «C’è stato un festival del romanzo storico in Sardegna l’anno scorso – commenta Giacomo Brunoro, presidente Sugarpulp – ma il nostro è l’unico festival interamente dedicato alla fiction storica che si sviluppa a livello internazionale».

La Torre dei Carraresi
La Torre dei Carraresi

Per cui tutti gli occhi saranno puntati sul Veneto, patria per pochi giorni dei più grandi autori legati alla dimensione storica della letteratura, in una sede, la Saccisica, che è una location perfetta per una manifestazione del genere con il suo carico di storia e di fascino. Molte infatti sono le suggestioni legate al corso del tempo in questa regione: non mancheranno rievocazioni storiche ad opera del CTG (Centro Turistico Giovanile) di Piove di Sacco che proporrà al pubblico in piazza un vero e proprio viaggio nel tempo che partirà dal 1300 e durerà per quattro secoli e una cena medievale, al modico prezzo di 15 euro, con due grandi autori, Jason Goodwin e Simone Sarasso, in un ambiente che riprodurrà fedelmente lo stile dell’epoca e con il personale vestito a tema.

Saranno quindi i punti nevralgici della città – dal Teatro Filarmonico alla Torre Carrarese, a Piazza Vittorio Emanuele II – ad ospitare questo meraviglioso evento dedicato al romanzo storico e a tutte le contaminazioni narrative affini come il thriller storico, il romanzo gotico classico, il romanzo storico d’avventura, oltre agli show teatrali di ambientazioni storica di Wu Ming e Andrea Pennacchi. «Il romanzo storico con tutte le sue sfumature moderne, dal giallo storico de “Il nome della rosa” di Eco al dark historical revisionismo di Seth Grahame-Smith, al giallo di James Goodwin fino al thriller storico di Dan Brown, è perfettamente in linea con Sugarpulp – spiega Brunoro – che ama da sempre il legame con il territorio e la letteratura di genere. Valerio Massimo Manfredi, Jason Goodwin, Wu Ming, Roberto Giacobbo, Andrea Molesini, Marcello Simoni, Carlo A. Martigli, Simone Sarasso, Matteo Strukul e Andrea Pennacchi saranno le star di questi quattro giorni, abbiamo visto da parte loro un grande entusiasmo, come se ci fosse una grande voglia di partecipare a un qualcosa che può diventare davvero importante. Ad occuparsi del rapporto con gli autori è stato Matteo Strukul, direttore artistico e a sua volta autore con “La giostra dei fiori spezzati” (Mondadori 2014). Noi organizzatori siamo soddisfatti, come prima edizione siamo partiti alla grande. Non è stato facile coinvolgere da subito nomi importanti come Manfredi, Giacobbo, Goodwin, Wu Ming o Molesini, tutti però si sono dimostrati a dir poco elettrizzati, cosa che ci ha fatto un enorme piacere. Fondamentale è stato il supporto che abbiamo avuto dall’amministrazione comunale di Piove di sacco che ha creduto moltissimo in questa sfida e che ci ha messo a disposizione risorse importanti».

Gli spettacoli e gli eventi proposti sono completamente gratuiti, «uno sforzo enorme per regalare a tutta la regione Veneto un festival di livello molto alto». Conclude Brunoro: «La risposta del pubblico finora è stata ottima, la serata di Manfredi viaggia verso il sold out (ad oggi abbiamo già più di 150 prenotazione con 220 posti disponibili al massimo), e anche per le altre serate il numero delle prenotazioni è altissimo». Per maggiori informazioni: www.festivalromanzostorico.it.

Camilla Bottin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità