La merce rinvenuta nell'auto della coppia

Brendola, arrestati durante truffa dello specchietto

La truffa dello specchietto colpisce ancora, stavolta però gli autori del gesto sono stati identificati e arrestati in flagranza di reato. L’episodio, che fortunatamente non è andato a buon fine, è successo ieri pomeriggio, attorno alle 14, a Brendola, vicino al parcheggio del cimitero. Una coppia ha simulato una collisione tra la propria auto, una Fiat Punto, e una Lancia Musa guidata da un anziano del posto.

Salvatore Bona
Salvatore Bona

I due sono scesi dalla macchina per far notare alla vittima i danni subiti pretendendo dall’uomo un risarcimento in denaro perché l’urto, a loro dire, aveva provocato la rottura dello specchietto laterale retrovisore. Nei dintorni c’erano però i carabinieri della stazione di Brendola, impegnati in un servizio mirato alla repressione dei reati predatori, che hanno proceduto ad arrestare i due soggetti. A finire in manette, con l’accusa di tentata truffa aggravata in concorso, due siciliani, entrambi residenti a Siracusa: Salvatore Bona, 30 anni e Raffaella Mirabile, 36.

Raffaella Mirabile
Raffaella Mirabile

I militari, in seguito, hanno eseguito una perquisizione nell’auto della coppia in cui c’erano vari attrezzi atti allo scasso, un vetro integro di uno specchietto retrovisore per Fiat Punto, un pennarello nero utilizzato per rigare la vettura della vittima di turno e 160 euro in contanti ottenuti probabilmente da truffe precedenti.

Bona e Mirabile non erano nuovi a questo tipo di illecito, infatti lo scorso 11 marzo erano stati denunciati dai carabinieri della stazione di Sossano per un reato analogo commesso ai danni di un altro automobilista. Stamattina è stato celebrato il rito direttissimo che ha condannato i due a 6 mesi reclusione e al pagamento di 100 euro di multa. La Fiat Punto usata per compiere i reati è stata confiscata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità