Sport

Basket, Schio vince a Cagliari ed è in semifinale

Operazione “quarti” conclusa con successo. Grazie alla vittoria per 62-74 contro un Cus Cagliari solo a tratti pericoloso, il Famila Wuber Schio ha conquistato gara 2 e, con essa, il passaggio alle semifinali dei playoff. La partita, che si è disputata ieri sera (palla due alle 20.30) sul parquet sardo di Sa Duchessa, è stata piuttosto coinvolgente ed equilibrata, ma, nei momenti cruciali, le universitarie non hanno trovato le energie per impattare l’1-0 di cinque giorni fa e per riaprire così la serie. Ora si dovrà attendere gara 3 (sabato 11) per sapere chi tra Umbertide e Venezia sarà il prossimo avversario delle scledensi nella corsa allo scudetto.

Passando alla cronaca dell’incontro, nella prima frazione i ritmi sono serrati. Al centro dalla lunga distanza di Soli, 3-0,risponde Sottana, 3-2. Il canestro di Masciadri vale il sorpasso, 3-5, ma Reke firma il controsorpasso, 6-5. Schio prova ad allungare, portandosi a +4, 6-10, ma due triple di Reke ribaltano il punteggio, 12-10. Il Famila mette la testa avanti con Sottana, 12-13, e poi accelera, 12-17. Le arancioni vorrebbero chiudere subito il match, ma le rossoblù, attaccando con lo spirito di chi non ha nulla da perdere, riescono a finire il tempo in parità, 21-21.

Il secondo periodo è meno pimpante del precedente. L’intensità cala e, in apertura, le squadre offrono al pubblico una sequenza di infrazioni ed errori al tiro. Il primo canestro, di Macchi (21-24), è seguito da un’altra realizzazione dall’arco dei 6.75 di Masciadri, 21-27. Dopo il timeout chiesto da Restivo, coach delle universitarie, le venete arrivano a +10, 21-31. Micovic riduce il divario, 23-31, ma la maggiore precisione al tiro delle scledensi, permette loro di approdare presto a +14, 23-37. A due minuti dall’intervallo lungo, Bogoje ha in mano la palla del -8, ma la lunga croata fa solo 1/2 ai liberi, 30-39. Sottana pone fine ad un’azione lunga e caotica con un piazzato, 30-41. Due personali di Soli chiudono la prima fase della partita sul 32-41.

Dopo la tappa negli spogliatoi, le cussine sembrano rigenerate. Quando, con determinazione, raggiungono il -3, 40-43, la concretezza di Yacoubou smorza la loro rincorsa e ripristina le distanze, 40-48. Micovic, spalle a canestro, estrae dal cilindro una magia che decreta il -6, 42-48, ma Anderson appoggia al tabellone il +8, 42-50. È ancora Micovic a riportare sotto le padrone di casa, 45-50. Poi, sul 50-52, Bogoje fallisce l’aggancio e Anderson punisce le avversarie, 50-54. Liston sigla il nuovo -2, 52-54, ma Sliskovic e Macchi costruiscono il +5, 52-57, dopo trenta minuti sul parquet.

Visto l’esiguo ritardo (cinque punti da recuperare), nell’ultimo periodo tutti si aspettano di vedere in campo cinque guerriere rossoblù, pronte ad attaccare con ferocia ogni pallone, ma non è così. Il ritmo della gara è tranquillo, anche troppo, tanto che il primo canestro arriva dopo due minuti di gioco, ed è di Macchi, 52-59. La lancetta compie un altro abbondante giro di orologio e la Gatti sarda realizza un tiro libero, 53-59. La Gatti vicentina pesca Sliskovic sola in area, 53-61. Sul 55-65, Restivo chiama un timeout per caricare le sue ragazze, ma ad uscire rinvigorite dal minuto di sospensione sono le arancioni, che arrivano a +15, 58-73. Gatti e Reke centrano il bersaglio, 62-73, ma l’ultimo punto è di Schio, 62-74, e vale il passaggio del turno.

CAGLIARI: Micovic 11, Bogoje 3, Carta 2, Stoppa 2, Scano, Gatti 5, Arioli, Reke 15, Soli 8, Liston 16.

SCHIO: Yacoubou 9, Gatti 11, Sottana 9, Spreafico ne, Anderson 9, Masciadri 10, Sliskovic 10, Zandalasini 6, Ress 2, Macchi 8.

Ecco gli altri risultati di gara 2 (in maiuscolo le squadre che accedono alle semifinali):

  • Gesam Gas Lucca – PASSALACQUA RAGUSA 45-69 (0-2)
  • Acqua&Sapone Umbertide – Umana Venezia 67-61 (1-1)
  • SACES MAPEI COCONUDA DIKE NAPOLI – Fila San Martino Di Lupari 64-57 (2-0)

Ilaria Martini

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button