Breaking News

Si è chiuso “Move!”, il salone del turismo accessibile

“Per la Regione Veneto quello del turismo accessibile è un settore molto importante d’investimento, perché rappresenta un segmento turistico rilevante, ma anche perché dà incisive risposte sociali. In questi anni siamo cresciuti molto, grazie agli incontri fortunati con Fiera di Vicenza e con Roberto Vitali e con Antonio Tajani”.  Sono parole dell’assessore al turismo della Regione del Veneto, Marino Finozzi, partecipando nei giorni scorsi, a  “Move!” il Salone del turismo e dell’ospitalità universale che si è tenuto dal 13 al 15 marzo alla Fiera di Vicenza “Move!” Si è trattato di un evento unico nel suo genere in Europa, nato dall’esperienza di Gitando e Gitando.all.

Marino Finozzi
Marino Finozzi

Durante la due giorni di lavori fieristici è stato posto l’accento su un tema di straordinaria valenza, vale a dire la “universalità del turismo e dell’accoglienza – è stato messo in evidenza -, che va ben oltre i meri aspetti economici, che pure sono tutt’altro che trascurabili”. Un appuntamento come questo, ha sottolineato ancora l’assessore regionale “non solo riempie un vuoto nel panorama fieristico europeo, ma diffonde anche un messaggio di grandissima civiltà”.

Cuore di Move! è stato il Mita, ovvero il Meeting internazionale per il turismo accessibile, che ha messo al centro della scena la necessità di una progettazione che si ponga l’obiettivo di presentare politiche e pratiche innovative da tutto il mondo, integrandole tra loro per raggiungere una linea di indirizzo globale in materia di turismo accessibile. “Partner d’eccezione su questo tema – ha sottolineato Finozzi – è la città di New York, con la quale firmiamo un’importante lettera d’intenti e dal cui manuale tecnico sull’accessibilità vorrei che si formassero i nostri tecnici. Abbiamo avviato un percorso formativo specifico in questa direzione con l’Istituto europeo del design”.

Altro momento importante dell’evento è stata la firma dell’accordo di collaborazione tra la Regione Veneto, il Collegio regionale dei maestri di sci, l’associazione Spirito di stella e l’associazione degli impianti a fune per avviare la formazione di maestri di sci che consentano a chiunque di frequentare le nostre piste e aumentare l’offerta del turismo veneto, soprattutto sul fronte del turismo accessibile”. Testimonial dell’accordo è stata Sofia Righetti, campionessa e medaglia d’oro di sci .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *