Breaking News

Vicenza, “movimenti” militari Usa nella notte?

Ci sono movimentazioni militari notturne, da parte della Nato o degli Usa, nella città di Vicenza? Sembrerebbe di sì, o quantomeno qualcosa del genere sicuramente c’è stato, ed un certo numero di cittadini se ne è accorto quasi per caso nei giorni scorsi. Parliamo di coloro che hanno partecipato, nel quartiere vicentino dei Ferrovieri alla manifestazione di protesta per la costruzione del nodo Tav di Vicenza. Dopo il corteo infatti, in molti attraversando la passerella che collega via D’Annunzio e via Maganza si sono imbattuti nei soldati americani, notando un traffico di camion che scendevano da un treno, riflettori, insomma una movimentazione quantomeno insolita (come documenta anche la foto in alto).

Daniele Ferrarin
Daniele Ferrarin

Tra i partecipanti c’erano anche vari esponenti del Movimento 5 stelle vicentino che adesso vogliono far luce su questo strano evento collaterale. Ed ecco che Daniele Ferrarin, consigliere comunale di Vicenza, ha preso carta e penna e ha indirizzato una interrogazione all’amministrazione del capoluogo berico.

“La città – si legge nell’interrogazione – è sede di basi militari Usa o Nato e, di notte, succede che vi siano, nel cuore del quartiere dei Ferrovieri, nei pressi della linea ferroviaria, operazioni di trasferimento di mezzi e materiali militari la cui natura certamente non è destinata a scopi pacifici. Il tutto avviene in assenza di requisiti minimi previsti nei protocolli militari di sicurezza e prevenzione volti a tutelare, innanzitutto, i cittadini residenti. Vogliamo ora porre in risalto questi pericoli, chiedendo al sindaco se è informato di queste manovre notturne in pieno centro abitato e se conosce la natura dei materiali maneggiati” .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *