Breaking News

Vicenza, ragazza ricattata: “Sul web le tue foto osé”

Una storia che si sente troppo spesso soprattutto tra i giovani, quasi sempre minorenni, che abusano dell’uso della tecnologia per divulgare foto o video sexy. Questa volta i protagonisti sono un indiano di 28 anni residente nel Lazio ma domiciliato a Vicenza, distributore di volantini pubblicitari e una studentessa bengalese di 17anni residente in città. I due si conoscono, si piacciono e da ottobre del 2014 iniziano una relazione, che comprende anche rapporti sessuali (nonostante le usanze dei paesi d’origine).

Un paio di mesi fa la ragazza decide di mettere fine alla storia ma lui la minaccia dicendo che è pronto a diffondere, all’interno della comunità, le foto scattate col cellulare durante i loro rapporti, non si sa se la giovane fosse consapevole degli scatti o se ne è venuta a conoscenza solo in quel momento. La 17enne si vede perciò costretta a sottostare alle richieste del 28enne e continua ad avere rapporti sessuali con lui, rapporti che si consumavano nel furgone usato dall’uomo per lavorare. Ad un certo punto però la studentessa si confida coi genitori, che sostengono la figlia, e la accompagnano in Questura a sporgere denuncia.

Negli uffici della seconda sezione della Squadra Mobile la ragazza racconta tutta la storia agli agenti coordinati dal vicequestore Michele Marchese e dall’ispettore superiore Roberto Minervini. E i poliziotti, pochi giorni fa, si presentano a Borgo Scroffa, luogo dove l’uomo aveva dato appuntamento alla ragazza e chiedono dove avesse intenzione di portarla. “E’ la mia fidanzata, non faccio nulla di male”, avrebbe risposto l’indiano, ma gli agenti, a conoscenza della vicenda, lo hanno denunciato per violenza sessuale su minore e gli hanno sequestrato il cellulare dove c’erano le foto che minacciava di diffondere.

I poliziotti della Questura di Vicenza, visto l’enorme diffusione di storie come questa, si raccomandano di denunciare subito i fatti e di rivolgersi direttamente alla seconda sezione della Squadra Mobile, specializzata nei reati contro la persona, in danno di minori, prostituzione e reati sessuali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *